Il nuovo Windows 10 ARM sarà in grado di resistere ad Apple e M1?

La Microsoft Surface Pro X trascende.
Microsoft Surface Pro X ha superato il dispositivo.

Microsoft ha rilasciato pochi giorni fa la versione beta della sua versione finale di Windows 10 ARM compatibile con le applicazioni sviluppate a 64 bit. finalmente! Redmond sarà in grado di resuscitare il suo sistema di questi processori mentre Apple ha brillantemente lanciato la sua versione di macOS Big Sur con il suo hardware. Migliorato con chip M1?

Se guardiamo al mercato, vediamo che pochissimi PC portatili sono offerti con Windows ARM, consentendo ai dispositivi di funzionare tra le 15 e le 17 ore, o anche di più. Fino ad ora, i dispositivi compatibili con il sigillo Microsoft hanno consentito solo programmi scritti in formato a 32 bit, meno efficiente.

Spiegazione molto storica …

“Quando abbiamo lanciato Windows 10 su ARM alla fine del 2017, le applicazioni x86 a 32 bit dominavano il lungo elenco di applicazioni di cui i clienti avevano bisogno. Quindi abbiamo concentrato i nostri sforzi sulla creazione di un emulatore x86 in grado di eseguire senza problemi l’ampio ecosistema di app di Windows”, spiega Microsoft. Sul suo blog.

“Nel tempo, l’ecosistema si è evoluto solo in applicazioni x64 a 64 bit e abbiamo ricevuto feedback dai clienti che desideravano eseguire queste applicazioni x64 su ARM64. Ecco perché stiamo espandendo la nostra capacità di emulazione alle applicazioni x64 e condividiamo questo primo sguardo di feedback”.

Dall’emulatore alla versione originale …

Ovviamente questi emulatori a 32 o 64 bit hanno i loro limiti, soprattutto in termini di prestazioni o compatibilità. Come con macOS, l’ideale è che questi software vengano raggruppati direttamente per ARM64. E quando guardi l’ecosistema Apple, le cose sembrano andare molto velocemente. Possiamo anche immaginare che Apple giocherà un ruolo importante e stimolerà gli sviluppatori a offrire software progettato direttamente per l’architettura ARM.

READ  Le registrazioni beta di Realme UI 2.0 vengono riprodotte per realme 6, X2, X3, X3 SuperZoom, C12 e C15

Quando vediamo prestazioni e autonomia in testa a questo nuovo hardware, comprendiamo che l’architettura tradizionale x86 o x64 è probabilmente sopravvissuta a se stessa, almeno per determinati usi. E se Apple ha colpito duramente con i suoi primi dispositivi, possiamo immaginare che anche Microsoft debba avere successo, ma a una condizione … il suo emulatore x64 deve essere compatibile con Rosetta 2 di Apple. La partita si preannuncia emozionante!

Xavier Studer

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *