Il cielo notturno di febbraio è pieno di interessanti eventi astronomici

Ci sono una varietà di affascinanti eventi astronomici nel calendario di febbraio che gli esperti suggeriscono potrebbe valere la pena riunirsi e uscire al freddo per vederli. Immagine del file della NASA/UPI | immagine della licenza

I venti freddi e la pioggia invernale in gran parte degli Stati Uniti potrebbero aver scoraggiato alcune persone dal godersi il cielo notturno per tutto gennaio, ma la varietà di avvistamenti astronomici a febbraio potrebbe indurre le persone a riunirsi e trascorrere del tempo all’aperto durante l’ultimo mese di gennaio. Meteorologia invernale.

giornata faticosa È una delle più grandi festività meteorologiche dell’anno, ma ha alcune radici nell’astronomia.

La celebrazione annuale si svolge il 2 febbraio Quasi esattamente in mezzo alla strada Tra il solstizio d’inverno del 21 dicembre e l’equinozio di primavera il 20 marzo.

Anche se Punxsutawney Phil chiede l’inizio della primavera, gli astronomi avranno ancora tutto il tempo per vedere le costellazioni in inverno e le stelle più luminose nel cielo notturno prima che scompaiano durante i mesi estivi.

Ecco i principali eventi di astronomia da tenere d’occhio nel cielo notturno per tutto febbraio:

1. Come scoprire “Dog Star”, “Orion” e il famoso gruppo stellare
quando: tutto il mese

Febbraio è l’ultimo mese dell’inverno meteorologico, che va dal 1° dicembre al 1° marzo.

Questo lo rende un ottimo mese per cercare le stelle e le costellazioni che sono prominenti durante i mesi invernali, ma non visibili durante le brevi ma miti notti estive.

Orione è una delle costellazioni più famose, insieme alle triple stelle che si allineano a formare la cintura di Orione, e sarà visibile ogni notte del mese fintanto che il tempo collabora.

READ  Il New Brunswick ha lanciato una pagina web dedicata al monitoraggio della misteriosa malattia nervosa

Apparirà nel cielo sud-est subito dopo il tramonto e sarà visibile fino alle 3:00 circa ora locale.

Sirio, noto anche come “Stella del cane”, sarà luminoso nella stessa regione del cielo appena sotto ea sinistra di Orione.

Questa singola stella potrebbe risaltare più dell’intera costellazione di Orione, poiché Sirio è la stella più luminosa del cielo notturno.

Costellazione dei Gemelli, in alto al centro, raffigurata sopra Sirio, la “Stella del Cane”, in basso a sinistra. Foto per gentile concessione di Accuweather

Quando scende la notte e Orione si sposta nel cielo, potrebbe sembrare che segua un gruppo di stelle noto come costellazione delle Pleiadi.

Individuare questi ammassi stellari può essere più difficile che rilevare Sirio o Orione, specialmente nelle regioni inquinate dalla luce, ma la cintura di Orione potrebbe aiutare a puntare gli osservatori stellari nella giusta direzione. Raffigurando una linea immaginaria che passa attraverso la cintura di Orione da sinistra a destra, continuerebbe quasi a intercettare le Pleiadi, che non sono lontane.

Le Pleiadi sono anche conosciute come le Sette Sorelle, sebbene l’ammasso sia composto da più di sette stelle. Gli spettatori nelle città potrebbero non essere in grado di vedere molte stelle, ma più le persone sono lontane dalle aree inquinate dalla luce, più stelle sono visibili nell’ammasso.

L’ammasso stellare delle Pleiadi visto dal telescopio spaziale Hubble. Fotografia di NASA, ESA, AURA, Caltech e Osservatorio Palomar / Accuweather

Quando la Terra ruota attorno al Sole, Sirio, Orione e le Pleiadi alla fine appaiono nella stessa regione del cielo del Sole, motivo per cui non possono essere visti durante l’estate. Tuttavia, il trio tornerà di nuovo nel cielo notturno in autunno.

READ  Il cerchio che scegli ti dirà prima chi sei

2. Mercurio prima dell’alba
quando: 16 febbraio

Il pianeta più vicino al sole è il più sfuggente, ma chi si alza presto a metà mese avrà la possibilità di vedere Mercurio poco prima dell’alba.

Mercurio può essere visto solo per un breve periodo di tempo una volta ogni poche settimane quando appare dalla prospettiva della Terra nel punto più lontano dal sole. Per il resto della sua orbita, è molto vicino al sole o nascosto dietro la stella al centro del nostro sistema solare.

La mattina migliore per vedere Mercurio sarà il 16 febbraio, circa 45-60 minuti prima dell’alba. Il pianeta minore sarà molto basso nell’orizzonte sud-est, sotto ea sinistra di Venere e Marte, che sarà luminoso anche nel cielo prima dell’alba.

La prossima possibilità di avvistare Mercurio sarà sfuggente nel cielo serale durante gli ultimi giorni di aprile e l’inizio di maggio.

3. Luna di neve
quando: 16 febbraio

Non solo la metà del mese mostrerà le viste di Mercurio, ma presenterà anche una luna piena a tema meteorologico.

Le lune piene hanno ricevuto vari soprannomi nel corso degli anni a causa del periodo dell’anno in cui sorgono. La luna piena di febbraio non fa eccezione, prendendo il soprannome di luna di neve a causa delle tempeste di neve che in genere colpiscono il Nord America durante tutto il mese.

Altri soprannomi per la luna piena di febbraio includono: luna marmotta, luna affamata, luna calva e luna procione.

La luna piena innevata può essere vista sorgere la sera del 16 febbraio e brillerà durante la lunga notte d’inverno.

Un’immagine della Stazione Spaziale Internazionale viene catturata dalla navicella spaziale SpaceX Crew Dragon Endeavour durante un volo attorno al laboratorio orbitante dopo che è stata disimpegnata dalla porta del modulo Harmony di fronte allo spazio l’8 novembre. foto della NASA

READ  Hubble cattura una galassia polverosa che custodisce un segreto luminoso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.