I ricercatori hanno decifrato le origini del terremoto eurasiatico preistorico

I ricercatori hanno decifrato le origini del terremoto eurasiatico preistorico

Un team guidato dall’Università del Minnesota Twin Cities è riuscito a determinare l’età e il processo di formazione dell’East Anatolian Rift, una grande faglia in Turchia. Questa faglia ha avuto un ruolo nella formazione della placca tettonica anatolica ed è stata responsabile di due devastanti terremoti nel febbraio 2023.

Sebbene questo studio non fornisca approfondimenti sulla previsione dei futuri terremoti, fornisce preziose informazioni sulla storia dell’attività sismica nella regione. Comprendendo il periodo di tempo in cui un’area è stata soggetta a terremoti e il modo in cui questi potenti eventi hanno modellato il paesaggio nel tempo, i geologi possono prendere decisioni informate in merito alle infrastrutture e allo sviluppo residenziale.

2 Vista galleria

Come ti chiami con Anatoly, Elio Mammoukam, Turchia?

Spiegazione dell’errore di Anatolia

(Illustrazione: Shutterstock)

Il documento è stato pubblicato su Geology, una rivista peer-reviewed incentrata sullo studio delle geoscienze terrestri, pubblicata dalla Geological Society of America.

Francamente parlando, quando le enormi placche tettoniche che compongono la superficie terrestre si muovono, creano crepe note come spaccature. Man mano che queste placche si spostano, la pressione aumenta e quando quella pressione viene rilasciata, provoca i terremoti che sentiamo sulla superficie terrestre.

“Ci sono molte tettoniche a placche nel mondo”, ha spiegato Donna Whitney, autrice principale dell’articolo e McKnight Distinguished Professor presso l’NH Winchell College of Earth and Environmental Sciences presso l’Università del Minnesota.

Ha detto: “Hanno cambiato la loro forma, dimensione e posizione nel tempo, ma raramente vediamo una singola forma. La placca anatolica si è formata di recente in senso geologico, quindi i processi che si sono formati sono più facili da dedurre dallo studio della geologia. Ci sono state molte controversie sull’età della placca anatolica e dell’East Rift Anatolia, ma siamo stati in grado di dimostrare con i nostri dati che probabilmente si è formata cinque milioni di anni fa”.

Whitney e il suo team hanno iniziato a esaminare la placca anatolica nel 2011 quando hanno notato che la parte centrale della placca, che normalmente non è attiva, mostrava segni di deformazione, simili a quanto accade ai bordi della placca. Poi, circa cinque milioni di anni fa, ci fu un grande cambiamento. Da quel momento in poi, la maggior parte del movimento della placca si concentrò in due grandi faglie che causano potenti terremoti: il North Anatolian Rift e l’East Anatolian Rift.

“Conoscere la storia sismica di questa regione è davvero importante per anticipare i disastri legati al modo in cui le persone interagiscono con il paesaggio”, ha affermato Whitney. “Non possiamo prevedere quando si verificherà un terremoto ‘X’ su questa faglia in un determinato momento, ma possiamo avere un’idea dell’attività passata della faglia, quanto sono stati massicci gli eventi e quanto il movimento della faglia ha influenzato il paesaggio. è necessario comprendere queste strutture perché le persone vivono vicino a loro e ci sono infrastrutture nelle vicinanze.

READ  La diffusione delle stelle ci mostra qualcosa di nuovo sull'universo e sul telescopio spaziale Hubble

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *