I gruppi ambientalisti stanno facendo causa alla Federal Aviation Administration per il lancio di SpaceX dal Texas – Ars Technica

I gruppi ambientalisti stanno facendo causa alla Federal Aviation Administration per il lancio di SpaceX dal Texas – Ars Technica
Ingrandire / Il sito di lancio del veicolo spaziale SpaceX si trova nella costa meridionale del Texas.

SpaceX

diversi gruppi ambientalisti Ha citato in giudizio contro FAA lunedì, affermando che l’agenzia non ha regolamentato adeguatamente il lancio del razzo Starship di SpaceX dal sud del Texas.

Nella causa, intentata presso il tribunale federale di Washington, DC, i gruppi affermano che la FAA non ha tenuto conto dei danni causati dal test e dal lancio del missile Starship, che ha provocato “calore estremo, rumore e luce che influiscono negativamente sull’habitat circostante” aree e comunità, che includevano habitat critici designati per le specie.

Durante il lancio iniziale dell’astronave, il 20 aprile, le organizzazioni ambientaliste affermano che il lancio “ha sparso detriti e cenere su una vasta area”, comprese le terre vicine che forniscono habitat per specie in via di estinzione.

La causa è stata intentata dal Center for Biological Diversity, American Bird Conservancy, Surfrider Foundation, Save RGV e Carrizo/Comecrudo Nation of Texas. Le organizzazioni sono state attive nell’opporsi allo sviluppo da parte di SpaceX di una fabbrica di razzi e di un sito di lancio in un’area precedentemente non sviluppata del Texas meridionale vicino alla spiaggia di Boca Chica, che confina con il fiume Rio Grande e il Golfo del Messico.

“La FAA non commenta le controversie in corso”, ha detto l’agenzia in risposta a una richiesta di commento.

Al centro della causa c’è l’affermazione secondo cui la FAA non avrebbe dovuto consentire attività di lancio di veicoli spaziali senza un audit ambientale molto più ampio per mostrare il pieno impatto ambientale.

READ  La manifestazione di Trump in Arizona e la manifestazione per i diritti di voto sottolineano la lotta per la democrazia

Nel giugno 2022, Emesso dalla FAA “Valutazione ambientale del programma finale” per l’astronave e i veicoli molto pesanti, rilevando una serie di azioni correttive che SpaceX deve intraprendere per mitigare l’impatto delle sue attività di lancio. Tuttavia, pubblicando questo rapporto, la FAA ha permesso che il processo formale di autorizzazione al lancio andasse avanti senza la necessità di una dichiarazione completa sull’impatto ambientale, che avrebbe potuto richiedere anni. La causa afferma che la FAA dovrebbe essere tenuta a completare il processo di dichiarazione di impatto ambientale.

La Federal Aviation Administration (FAA) è responsabile della protezione della salute e della sicurezza delle persone a terra durante le attività di lancio. Nel rilascio della valutazione ambientale dello scorso anno, l’agenzia ha collaborato con il servizio statunitense per la pesca e la fauna selvatica per garantire che la biodiversità sia protetta intorno al sito di lancio nel sud del Texas che SpaceX chiama Starbase.

Dopo il lancio del 20 aprile, il Fish and Wildlife Service ha dichiarato: “Gli impatti del lancio includono molti grandi pezzi di cemento, lamiere di acciaio inossidabile, metallo e altri oggetti lanciati a migliaia di piedi” dalla piattaforma, ma ha aggiunto che non c’erano Animali selvatici. uccidere.

Durante un evento su Twitter sabato sera, il fondatore di SpaceX, Elon Musk, ha affermato che la società sta adottando misure per evitare che si verifichino incidenti simili, inclusa l’installazione di una grande piastra d’acciaio e un sistema di immersione in acqua sotto il razzo.

“I detriti sono in realtà solo sabbia e roccia, quindi non sono affatto tossici o altro”, ha detto. “In pratica è come una tempesta di sabbia. Una tempesta di sabbia provocata dall’uomo. Ma non vogliamo farlo di nuovo.”

READ  La commissione del 6 gennaio rinvia la richiesta di alcuni record dalla Casa Bianca di Trump

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *