I dettagli completi dell’attacco del Congresso … sconvolgeranno molti!

Giorni dopo che centinaia di sostenitori del presidente degli Stati Uniti Donald Trump hanno fatto irruzione nel palazzo del Congresso degli Stati Uniti, sono entrati nelle stanze dei suoi membri e hanno rubato oggetti, lettere e computer dei rappresentanti americani, le autorità federali statunitensi hanno chiarito il meccanismo con cui le forze di sicurezza lavorano per perseguire i responsabili degli eventi a Washington, DC, mercoledì scorso.

Il procuratore generale degli Stati Uniti Michael Sherwin ha dichiarato martedì in una conferenza stampa che le autorità stanno prima cercando i sospetti in casi penali minori, come furto e aggressione a proprietà federali, alcuni dei quali potrebbero arrivare a una pena detentiva di 20 anni.

Sherwin ha sottolineato che il perseguimento di coloro con gravi accuse, come l’attacco alle forze di sicurezza o l’impianto di ordigni esplosivi, arriverà in un secondo momento e ha promesso a tutti coloro che hanno piantato materiali esplosivi di perseguirlo e ritenerlo responsabile.

“Bombe fatte in casa sono state trovate in Piazza del Congresso e i loro autori sono stati identificati”, ha aggiunto, sottolineando che le autorità hanno trovato due contenitori davanti agli uffici del Partito Democratico e Repubblicano nella capitale.

Da parte sua, il funzionario responsabile dell’ufficio “dell’FBI” a Washington, Stephen de Antono, ha indicato che 160 casi erano stati aperti nella sua inchiesta sull’assalto al Campidoglio degli Stati Uniti da parte dei sostenitori del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, la scorsa settimana.

De Antono ha dichiarato: “L’ufficio ha ricevuto 100.000 prove digitali e informative dal pubblico dopo aver richiesto l’assistenza del pubblico per identificare l’accusato”.

READ  Il regime iraniano ha giustiziato il giornalista dell'opposizione Ruhollah Zam

Sherwin ha detto che 70 persone sono state incriminate tra gli assalti del Congresso e si aspettava che il numero salisse a centinaia.

Sherwin ha detto che le accuse includevano casi di ingresso forzato, sabotaggio e furto di proprietà, alcuni dei quali relativi a casi di sicurezza nazionale degli Stati Uniti, oltre ad accuse di “cospirazione”.

Il ministro della Giustizia ad interim ha confermato che “gli aggressori del Congresso hanno usato gas lacrimogeni contro la polizia”, ​​aggiungendo: “Molti saranno scioccati quando saranno annunciati tutti i dettagli dell’attacco e cosa è successo in esso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *