I democratici approvano la legge sulle infrastrutture da $ 1 trilione degli Stati Uniti, dando a Biden una vittoria tanto necessaria

Sabato il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha salutato l’approvazione del Congresso del pacchetto infrastrutturale da trilioni di dollari come un “enorme passo avanti per la nazione” dopo che i suoi colleghi democratici divisi hanno sciolto lo stallo di mesi tra i loro ranghi per sigillare finalmente l’accordo.

La Camera ha approvato la misura con un voto di 228 voti contro 206 nella tarda serata di venerdì, attirando prolungati applausi dal rilassato lato democratico della stanza. Tredici repubblicani, per lo più moderati, hanno sostenuto la legislazione, mentre sei democratici – tra cui Alexandria Ocasio-Cortez di New York e Corey Bush del Missouri – si sono opposti.

L’approvazione del disegno di legge, che promette di creare orde di posti di lavoro e migliorare la banda larga, l’approvvigionamento idrico e altri lavori pubblici, lo invia all’ufficio di un presidente i cui voti di approvazione sono diminuiti e il suo partito nervoso ha preso una spallata dagli elettori questo fine settimana. Elezioni generali.

I candidati governatori democratici furono sconfitti in Virginia e si infiltrarono nel New Jersey, due stati tendenti al blu. Queste battute d’arresto hanno fatto perdere la pazienza ai leader di partito – e allo stesso modo moderati e progressisti – per approvare leggi influenti e dimostrare di sapere come governare. Inoltre, i democratici non possono permettersi di apparire allo sbando un anno prima delle elezioni di medio termine che potrebbero portare i repubblicani a riprendere il controllo del Congresso.

Scarica di adrenalina per i democratici

Il pacchetto infrastrutturale è un investimento storico a detta di tutti, uno che paragona Biden nella sua ampiezza alla costruzione del sistema autostradale interstatale nel secolo scorso o alla ferrovia transcontinentale nel secolo precedente.

READ  Incendi boschivi in ​​Grecia: nuovi incendi divampano fuori Atene

“Finalmente, la Settimana delle infrastrutture”, ha detto sabato alla Casa Bianca.

“Questo è lo schema dei colletti blu per ricostruire l’America”.

Il suo riferimento alla Settimana delle infrastrutture è stato un duro colpo per il suo predecessore, Donald Trump, che la Casa Bianca ha dichiarato più volte che la “Settimana delle infrastrutture” era arrivata, solo perché non accadesse nulla.

La mera liberalizzazione delle procedure infrastrutturali per l’approvazione finale da parte del Congresso è stata una scarica di adrenalina per i Democratici. Ma nonostante la vittoria, i Democratici hanno subito una battuta d’arresto quando hanno rinviato il voto su una seconda misura più ampia a fine mese.

Questa misura decennale da 1,85 trilioni di dollari per sostenere i programmi per la salute, la famiglia e il cambiamento climatico è stata deviata dopo che i moderati hanno chiesto una stima dei costi per la misura tentacolare all’ufficio del bilancio del Congresso non partigiano. Il ritardo ha deluso le speranze che la giornata avrebbe portato a una doppia vittoria per Biden con entrambe le fatture approvate.

Ma in una svolta serale mediata da Biden e dai leader della Camera, cinque moderati in seguito hanno accettato di sostenere il disegno di legge se le stime dell’Ufficio del bilancio fossero coerenti con i dati preliminari forniti dalla Casa Bianca e dagli analisti fiscali del Congresso. L’accordo, in cui i legislatori hanno promesso un voto sul disegno di legge sull’ambiente sociale entro la settimana del 15 novembre, è stato un passo importante verso un voto della Camera che potrebbe eventualmente inviarlo al Senato.

“Generazioni d’ora in poi le persone guarderanno indietro e sapranno che questo è il momento in cui l’America ha vinto la competizione economica del 21° secolo”, ha detto Biden in una dichiarazione scritta all’inizio di sabato.

READ  Colombia vicino a 200 morti al giorno per COVID-19 di nuovo, questo sabato 12 dicembre: Bogotá continua a esplodere nuove infezioni

Sì, Biden ha intenzione di chiudere l’affare

Il presidente e sua moglie, Jill Biden, hanno rinviato i piani per recarsi venerdì sera a casa loro a Rehoboth Beach, Del.

Un funzionario della Casa Bianca, descrivendo i colloqui a condizione di anonimato, ha detto invece di aver parlato con leader della Casa, moderati e progressisti.

Giovedì Pelosi parla con i giornalisti al Campidoglio di Washington. I democratici hanno lottato per mesi per capitalizzare il loro controllo sulla Casa Bianca e sul Congresso. (J Scott Applewhite/The Associated Press)

In una dichiarazione in due frasi, i Cinque Moderati hanno affermato che se le stime finanziarie del Social and Environmental Bill dovessero sollevare problemi, “rimaniamo impegnati a lavorare per risolvere eventuali discrepanze” per farlo passare. Tra i cinque c’era il rappresentante Josh Gotheimer, un democratico del New Jersey e leader di un gruppo di centristi che questa estate ha ripetutamente fatto pressioni affinché la presidente della Camera Nancy Pelosi programmasse un voto anticipato sul disegno di legge sulle infrastrutture.

In cambio, i liberali hanno accettato di sostenere la misura delle infrastrutture, che avevano tenuto in ostaggio per mesi cercando di fare pressione sui moderati per sostenere il disegno di legge più ampio.

Oggi è stata una rara svolta tra le ali moderate e progressiste dei Democratici, che i leader del partito sperano che continui questo autunno. Le fazioni rivali hanno trascorso le ultime settimane accusandosi a vicenda di mettere a repentaglio il successo di Biden e del partito esagerando le proprie mani ed esprimendo una profonda sfiducia reciproca.

Non una festa fissa

L’accordo è arrivato dopo che la Casa Bianca ha rilasciato una dichiarazione di Biden che esortava esplicitamente i Democratici a sostenere entrambi i progetti di legge. “Sono fiducioso che durante la settimana del 15 novembre, la Camera dei Rappresentanti passerà il Rebuilding Better Act”, ha affermato.

Quando i leader del partito hanno annunciato venerdì scorso che l’azione sociale e ambientale sarebbe stata ritardata, i piani misti del partito hanno gettato un’ombra.

In questa immagine di House TV, i Democratici festeggiano venerdì sera a Washington, dopo che la Camera ha approvato un pacchetto infrastrutturale. (House TV/The Associated Press)

I democratici hanno lottato per mesi per capitalizzare il loro controllo sulla Casa Bianca e sul Congresso spingendo le loro priorità più alte. Ciò è stato difficile, in parte a causa della ridotta maggioranza dei Democratici, con aspre divisioni interne che hanno costretto i leader della Camera a saltare molte scadenze autoimposte per votare.

“Benvenuti nel mio mondo”, ha detto Pelosi ai giornalisti, aggiungendo: “Non siamo un partito marginale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *