Google consentirà ai vecchi telefoni Android di disabilitare le autorizzazioni delle app quando non vengono utilizzate per molto tempo / Digital World

Nel 2020, Google ha introdotto una nuova funzionalità applicabile ad Android 11 che afferma che alle app che non vengono utilizzate da tempo verranno revocate le autorizzazioni. Con l’aumento della consapevolezza e delle preoccupazioni sulla privacy, era davvero una caratteristica necessaria. Ora Google lo farà Consenti ripristino automatico Da applicare anche ai telefoni più vecchi in modo che possano essere “puliti” anche loro.

In precedenza, Solo Android 11E le versioni 12 e successive sono state in grado di creare una lavagna pulita rimuovendo tutte le autorizzazioni dalle app che non erano state utilizzate per un po’. L’incentivo era ridurre l’accesso di qualsiasi azienda alle informazioni personali. Era anche per dare agli utenti un’altra possibilità di rivalutare permessi Ho richiesto da diverse applicazioni.

Naturalmente, c’è un periodo dopo il quale può essere applicata solo questa funzione, che è di 3 mesi. Se continui a rinunciare a un’app per 90 giorni, tutte le autorizzazioni verranno revocate e dovrai ripetere questa procedura. Ma non preoccuparti se trovi questo noioso perché ci vogliono solo due minuti per compilarlo.

Ora Android non solo consente ad Android 10, ma anche ad Android 6.0 Marshmallow di accedere alla funzione di ripristino automatico o ibernazione. Sebbene l’implementazione riguarderà solo le applicazioni destinate al livello API 30 e superiori ed eviterà le versioni precedenti destinate ai livelli API 23-29, può comunque essere abilitato manualmente su questi dispositivi. Tuttavia, le app utilizzate dalle organizzazioni e i criteri aziendali saranno esentate dal processo per motivi obbligatori e le autorizzazioni sono corrette. Gli sviluppatori possono anche chiedere agli utenti di impedire al sistema di rimuovere le loro autorizzazioni, ma ci aspettiamo che sia molto lavoro.

READ  Il presunto "iPhone 13" è mostrato in un colore rosso immaginario [PICS]

Mentre il processo inizierà il mese prossimo, per il momento è stata pubblicata solo una linea guida. Il mese prossimo, Google apporterà alcune modifiche all’API multipiattaforma. Questa funzione inizierà sicuramente a essere implementata a dicembre e sarà completamente disponibile nella prima metà del 2022. Una volta impostata, Google inizierà a inviare una nuova pagina di configurazione automatica per consentire agli utenti di decidere il destino delle app e una settimana o poche settimane dopo che, Google reimposterà tutte le autorizzazioni.

La nuova funzionalità sarà disponibile per miliardi di dollari in questo momento e speriamo che Apple segua l’esempio e rilasci un sistema di sicurezza simile se non stai già lavorando su uno.

leggi quanto segue: Un altro passo verso la privacy e la trasparenza con Google Play Services

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *