GameCube Advance dà vita ai giochi fantasy per palmari

Nintendo Switch potrebbe essere l’ultimo tesoro dell’azienda, ma Nintendo ha console che sono diventate iconiche nel corso della loro vita. Il nome del Game Boy potrebbe essere indiscusso, ma il GameCube è sicuramente lassù negli annali della storia dei giochi. Ricordata per essere stata la prima console Nintendo a utilizzare un disco ottico invece di una cartuccia, molti fan di GameCube si sono sforzati di far rivivere il nome della console domestica di oggi. Una mod riesce sicuramente a raggiungere questo obiettivo non solo rendendo comodo il GameCube ma dando vita anche ad una famosa versione fake della console che fece il giro online più di un decennio fa.

Designer: Ginger Of Oz

Nel 2005, al culmine della popolarità del GameCube, un paio di spettacoli hanno suscitato l’interesse di giocatori e fan di Nintendo. Era una versione portatile della console piegata a forma di conchiglia, proprio come il Nintendo Game Boy Advance SP portatile lanciato anche all’epoca. A quei tempi, Nintendo non aveva alcuna intenzione di creare una versione portatile di una potente console domestica, che precedeva Switch di oltre dieci anni.

Alla fine qualcuno si è stancato di guardare i falsi e di sognare ciò che avrebbe potuto essere e si è sforzato di trasformare questo GameBoy Advance in realtà. Grazie agli strumenti e ai servizi oggi disponibili anche per gli hobbisti, non è più impossibile. Tuttavia, non si trattava solo di incollare i pezzi insieme, come il medium ha scoperto a proprie spese.

Sebbene le immagini del 2005 siano molto attraenti, non era altro che un’opera di finzione che non può nemmeno essere tradotta in realtà. La dimensione del dispositivo richiesta per supportare il disco GameCube avrebbe reso il dispositivo portatile troppo grande. I pulsanti, che naturalmente erano stati progettati dopo la console GameCube, avrebbero anche reso impossibile la chiusura della console.

READ  The Seven, Agent Jones e altri

Alla fine, GingerOfOz ha dovuto prendersi delle libertà su come è stato implementato il design, mantenendo almeno l’aspetto del rendering falso. Ha persino dovuto utilizzare gli interni di Wii invece del GameCube per risparmiare spazio e ridurre il consumo energetico del dispositivo. E ovviamente non c’era un’unità ottica.

Tuttavia, il risultato finale era ancora un capolavoro, soprattutto perché poteva effettivamente riprodurre titoli per GameCube con facilità e portabilità per un grosso Game Boy Advance. Ci sono alcune limitazioni, ovviamente, per non parlare delle potenziali insidie ​​legali con questa mod, ma c’è un innegabile senso di soddisfazione nel trasformare in realtà il sogno di lunga data.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.