Galassia a spirale catturata in “dettagli senza precedenti” dal telescopio James Webb

La straordinaria immagine mostra i bracci a spirale dell’IC 5332.

Nuova Delhi:

Il telescopio spaziale James Webb della NASA ha catturato l’immagine di una galassia a spirale con dettagli senza precedenti. Il galassiaChe si trova a più di 29 milioni di anni luce di distanza, leggermente più grande della Via Lattea.

Ottima foto scattata da Strumento nel medio infrarosso (MIRI), caratterizzata dai bracci a spirale di IC 5332. La galassia è stata osservata anche dal telescopio spaziale Hubble in precedenza. Anche se il telescopio Hubble ha fornito un’immagine impressionante di IC 5332, non è stato in grado di osservare le regioni del medio infrarosso dello spettro elettromagnetico perché “i suoi specchi non erano abbastanza freddi”.

Ecco perché gli scienziati hanno utilizzato MIRI, l’unico strumento JWST sensibile alla regione del medio infrarosso. MIRI è in grado di fornire immagini nitide nel medio infrarosso e può funzionare a temperature fino a -266°C, 33°C in meno rispetto ad altri osservatori e solo 7°C in più rispetto allo zero assoluto, secondo Agenzia spaziale europea (ESA.)).

MIRI ha aiutato a catturare dettagli nella galassia a spirale che il telescopio spaziale Hubble non poteva. IC 5332 ha un diametro di circa 66.000 anni luce, il che lo rende più grande della nostra galassia. Inoltre, la galassia ha anche una posizione strategica dove è “quasi completamente affacciata rispetto alla Terra”. Ciò consente agli astronomi di osservare la “scansione simmetrica dei suoi bracci a spirale”.

Nell’immagine catturata da JWST, si vedono continui grovigli di strutture che riflettono la forma del braccio a spirale della galassia. L’immagine del telescopio Hubble della stessa galassia mostra aree scure che sembrano separare i due bracci.

d6ce13n

Secondo l’Agenzia spaziale europea (ESA), questa differenza è dovuta alle regioni polverose dell’IC 5332 attraverso le quali la luce più visibile e ultravioletta si guasta e si traduce in aree scure come mostrato nell’immagine di Hubble. Ma la luce del medio infrarosso può penetrare in queste aree, motivo per cui l’immagine JWST non contiene aree scure.

READ  Il James Webb Space Telescope ha lanciato con successo lo scudo solare decisivo

Le due immagini contengono anche stelle diverse perché alcune stelle appaiono più luminose rispettivamente nell’ultravioletto, nel visibile e nell’infrarosso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.