Cosa si nasconde dietro la crisi migratoria in Italia?

Cosa si nasconde dietro la crisi migratoria in Italia?

I migranti appena arrivati ​​aspettano di salire a bordo del traghetto per la terraferma sull’isola siciliana di Lampedusa, in Italia, il 27 agosto 2023. REUTERS/Tony Colapinto/file Photo Ottenere i diritti di licenza

ROMA (Reuters) – Un gran numero di migranti sono arrivati ​​in Italia via mare dal Nord Africa, causando problemi al governo di destra del primo ministro Giorgia Meloni dopo che lei si è impegnata a inasprire le restrizioni.

Ecco una panoramica della situazione.

Quanto è grave la situazione?

Dal 1° gennaio, circa 118.500 migranti sono arrivati ​​via mare sulle coste italiane, un numero quasi record che contraddice le promesse elettorali della Meloni.

Secondo le tendenze attuali, il numero di arrivi è vicino al picco registrato nel 2016, quando arrivarono via mare in Italia circa 181.500 migranti. Nel periodo gennaio-agosto di quell’anno si contarono circa 115.000 sbarchi, contro i 114.526 dello stesso periodo del 2023.

Il deterioramento delle condizioni economiche e sociali in Tunisia ha contribuito ad un aumento del numero di migranti, esercitando pressione su Lampedusa, l’isola più meridionale d’Italia e il primo porto di scalo per molti migranti dal Nord Africa.

È un’emergenza?

I migranti che arrivano a Lampedusa o altrove non rimangono in Sicilia, ma piuttosto si spostano verso nord, e molti cercano di viaggiare verso il nord Europa.

I sindaci di molte città si sono lamentati di sostenere l’onere principale della cura dei migranti, con scarsa assistenza finanziaria da parte del governo centrale, soprattutto per i minori non accompagnati.

I membri della coalizione di governo hanno accusato l’Unione Europea di non fornire sostegno sufficiente all’Italia, ma anche altri membri dell’UE sono sotto pressione a causa dell’immigrazione.

READ  Conor McGregor posa animatamente con un fan in Italia con un tatuaggio di McGregor sul braccio

L’Italia deve far fronte a un numero maggiore di arrivi via mare, ma altri paesi si trovano ad affrontare numeri migratori complessivi più elevati, anche via terra. Nel 2022, Germania, Francia, Spagna e Austria Tutti hanno ricevuto più domande di asilo per la prima volta rispetto all’Italia.

Cosa fa il governo?

Meloni ha portato l’Unione Europea a concludere un accordo con la Tunisia a luglio per fermare i flussi migratori, ma l’accordo ha avuto finora scarso impatto. L’Italia spinge per concludere accordi simili con altri Paesi di origine e transito.

Il governo ha inoltre adottato una linea dura nei confronti delle associazioni di beneficenza per il salvataggio dei migranti, sequestrando le loro barche, impedendo loro di effettuare più salvataggi e costringendole a percorrere distanze più lunghe per scaricare i migranti.

Gli enti di beneficenza sono stati accusati di collaborare con i trafficanti di esseri umani e di incoraggiare i migranti a prendere il mare sapendo che qualcuno era lì per salvarli. Gli enti di beneficenza affermano che entrambe le accuse sono false.

A seguito del naufragio di febbraio che ha ucciso almeno 94 migranti, i governi hanno inasprito le pene detentive per i trafficanti di esseri umani, ma hanno anche aumentato il numero di permessi di lavoro per i migranti a favore dell’immigrazione legale.

Cos’altro può essere fatto?

Enti di beneficenza e attivisti sostengono che vi sia una carenza di strutture di accoglienza per i migranti perché il governo ha tagliato i fondi. Esortano il governo ad aprire più rotte di immigrazione legale, ad abbandonare la sua ostilità nei confronti del salvataggio delle ONG e a semplificare il processo di legalizzazione degli immigrati clandestini già presenti in Italia.

READ  Le motivazioni dei giudici nel caso Săvulescu: è socialmente integrato in Italia. Non c'è motivo di imporre una punizione gratuita in Romania

Con una popolazione in calo e carenza di manodopera, l’amministrazione Meloni ha in parte risposto a tali appelli, aumentando le quote di ingresso per i lavoratori migranti extracomunitari a 452.000 per il 2023-25 ​​da circa 83.000 nel 2022.

Il governo si è impegnato a fornire più fondi a questo scopo Minori non accompagnati.

Rapporto di Alvis Armellini – preparato da Muhammad per il Bollettino Arabo. A cura di Angus MacSwan

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Ottenere i diritti di licenzaapre una nuova scheda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *