Bruce Willis “non parla proprio” nel mezzo della battaglia contro la demenza, dice un amico – The Hollywood Reporter

Bruce Willis “non parla proprio” nel mezzo della battaglia contro la demenza, dice un amico – The Hollywood Reporter

Glenn Gordon Caron, inventore Lavoro extra E un caro amico di Bruce Willis condivide un aggiornamento sulla salute dell’attore nel mezzo della sua battaglia contro la demenza frontotemporale.

Lo ha detto recentemente Caron New York Post Sta cercando di vedere Duro a morire star circa una volta al mese, e ha la sensazione che Willis lo riconosca ancora durante le sue visite.

“La mia sensazione è che dal primo minuto o tre lui sappia chi sono”, ha detto. “Non è del tutto verbale; Era un avido lettore – e non voleva che nessuno lo sapesse – e adesso non legge. Tutte quelle abilità linguistiche non sono più a sua disposizione, eppure è ancora Bruce.

“Quando sei con lui, sai che è Bruce e sei grato che sia lì, ma la gioia della vita se n’è andata”, ha aggiunto.

Caron ha lavorato per la prima volta con Willis quando ha interpretato David Addison Jr., al fianco di Maddie Hayes di Cybill Shepherd, nella serie. Lavoro extraChe si è protratto dal 1985 al 1989. Da allora, Mediazione Il creatore ha detto di essere rimasto in contatto con Willis, sua moglie, Emma Hemming Willis, e i suoi tre figli più grandi, che condivide con l’ex moglie Demi Moore.

Ha provato così tanto a rimanere nella sua vita. È una persona straordinaria”, ha detto al punto vendita. “La cosa che fa [his disease] Questo è sorprendente [that] Se hai trascorso del tempo con Bruce Willis, non c’è nessuno che si diverta più di lui nella vita. Amava la vita e… amava svegliarsi ogni mattina e cercare di vivere la vita al massimo.

READ  Nomination per la Settimana 4 - Grande Fratello Network

Nel 2022, la famiglia dell’attore lo ha rivelato pubblicamente Pulp Fiction La star si stava ritirando dalla recitazione dopo aver sofferto di afasia. All’inizio di quest’anno avevamo annunciato che le condizioni di Willis erano progredite fino alla demenza.

Hemming Willis ha fornito un aggiornamento sulla battaglia dell’attore 68enne il mese scorso durante un’apparizione su The Guardian Oggi Si è offerto, dicendo che era “difficile sapere” se avesse compreso appieno la sua diagnosi e il peggioramento delle sue condizioni.

“È difficile per la persona a cui viene diagnosticata, ed è difficile per la famiglia. Non è diverso per Bruce, per me o per le nostre ragazze”, aggiunse all’epoca. “Quando dicono che è una malattia familiare, lo è davvero.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *