Britney Spears libera dopo che il giudice ha posto fine alla tutela della pop star

Un giudice della California ha posto fine al periodo di tutela che aveva controllato la vita e le finanze della pop star Britney Spears per quasi 14 anni.

La decisione è culminata in un sorprendente viaggio di cinque mesi che ha visto la Spears chiedere pubblicamente la fine della tutela, assumere il proprio avvocato, rimuovere suo padre dal potere e finalmente ottenere la libertà di prendere le proprie decisioni mediche, finanziarie e personali per la prima volta. . Dal 2008.

“A partire da oggi, la tutela della persona e dei beni di Britney Jean Spears è terminata”, ha affermato il giudice della Corte suprema Brenda Penny.

Il giubilo è scoppiato fuori dall’aula e i fan hanno applaudito e gridato dopo che la decisione è stata annunciata. La folla ha cantato “Britney! Britney! Britney!” Canta e balla la sua canzone più potente.

La mossa di Penny era prevedibile, con scarso supporto per prolungare l’accordo legale. Ma il giudice non ha dato indicazioni chiare su cosa avrebbe deciso. La scorsa primavera, sembrava che la tutela potesse durare anni. Poi è crollato sorprendentemente rapidamente.

È stata la chiave di quel crollo Discorso tenuto da Spears all’udienza di giugno Quando ha descritto con passione i limiti e il controllo della sua vita come “offensivi”. Ha chiesto la fine del periodo di tutela senza alcuna valutazione intrusiva del suo stato mentale.

Potrebbero esserci più battaglie legali in futuro

Gli esperti legali all’epoca dissero che era improbabile che accadesse e rappresenterebbe un allontanamento dalla prassi generale della corte.

Ma il giudice le ha permesso di nominare un avvocato di sua scelta, Matthew Rosengart, per un’udienza a luglio in cui si è nuovamente lamentata del dolore causato dalla tutela e ha chiesto la sua cessazione.

READ  Disney + rilascia il primo Sizzle Reel per Star Wars: Obi-Wan Kenobi

Rosengart si è prefissato di rimuovere James Spears dal suo ruolo di guardiano delle finanze di sua figlia prima di lavorare per porre fine completamente alla tutela.

Spears, che è stata vista a Beverly Hills, in California, nell’aprile 2018, ha definito le restrizioni e il controllo della sua vita “abusivi”. (Mario Anzoni/Reuters)

il giudice James Spears ha commentato di tutela in un’udienza a settembre, citando l'”ambiente tossico” che la sua presenza aveva creato.

Ma altre battaglie in tribunale potrebbero aspettarsi.

Rosengart si è anche impegnato a portare avanti un’indagine sul ruolo di James Spears nella tutela di sua figlia. Ha detto che lui e il suo team hanno scoperto che le finanze della pop star erano gestite male, il che indica che potrebbe perseguire ulteriori azioni legali. I registri del tribunale hanno stimato il suo patrimonio netto a $ 60 milioni di dollari USA.

Ha anche affermato che le forze dell’ordine dovrebbero indagare su ciò che è stato rivelato in un documentario del New York Times su un dispositivo di ascolto collocato nella camera da letto di Britney Spears.

Gli avvocati di James Spears hanno affermato che le accuse di Rosengart andavano dall’infondato all’impossibile e che aveva agito solo nel migliore interesse di sua figlia.

Ho iniziato a risparmiare dopo le lotte generali per la salute mentale

Per certi versi, la battaglia del post-tutela era già iniziata.

James Spears si è separato dagli avvocati che lo hanno aiutato a gestirlo e assume Alex Weingarten, un avvocato specializzato nel tipo di contenzioso che potrebbe essere in arrivo.

Nei documenti depositati in tribunale la scorsa settimana, gli ex dirigenti aziendali di Britney Spears, Tri-Star Sports and Entertainment Group, hanno negato le richieste di documenti di Rosengart sul coinvolgimento della società nella tutela dal 2008 al 2018. Il gruppo ha anche negato qualsiasi ruolo o conoscenza di qualsiasi monitoraggio. il cantante.

Judy Montgomery, la buttafuori nominata dal tribunale che ha supervisionato la vita della cantante e le decisioni mediche a partire dal 2019, ha sviluppato un piano di assistenza con i suoi terapisti e medici per guidare la Spears attraverso la fine della reggenza e oltre.

Britney Spears era una nuova mamma di 26 anni all’apice della sua carriera quando suo padre ha stabilito la tutela, inizialmente su base temporanea, nel febbraio 2008 dopo una serie di lotte per la salute mentale pubblica.

Finisce solo poche settimane prima del suo 40esimo compleanno, con i suoi due figli nella loro metà dell’adolescenza e la sua carriera in attesa a tempo indeterminato, poiché è fidanzata per la seconda volta.

L’avvocato della Spears, Matthew Rosengart, ha affermato che lui e il suo team hanno scoperto una cattiva gestione delle finanze della pop star, il che indica che potrebbe perseguire altre azioni legali. (Chris Pizzello/The Associated Press)

Una svolta si è verificata all’inizio del 2019, quando ha annullato un concerto programmato a Las Vegas.

Convinti di essere stata ricoverata in un ospedale psichiatrico contro la sua volontà, i fan hanno iniziato a sfidare e chiedere alla corte #FreeBritney.

In un primo momento, sono stati respinti come teorici della cospirazione, ma la stessa cantante ha dato loro l’approvazione nel 2020 in una serie di atti giudiziari che dicevano che avevano ragione a chiedere più trasparenza e controllo del suo status legale.

Questi documenti si sono rivelati la prima indicazione che la Spears avrebbe cercato importanti cambiamenti, che erano stati in silenzio sulla tutela per anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *