Belgio 1-2 Italia: gli Azzurri hanno giocato le semifinali dell’Europeo 2020 con la Spagna

L’Italia ha ospitato la semifinale di Euro 2020 con la Spagna dopo aver vinto una partita impressionante con il Belgio a Monaco di Baviera.

La partita potrebbe non essere una festa da gol come alcune delle ultime 16 partite, ma è stata una battaglia intensa tra due squadre eccellenti che giocano un grande calcio.

L’Italia è probabilmente la migliore squadra del torneo finora, mentre il Belgio è la migliore squadra del mondo.

Di altissima qualità la doppietta azzurra, che ha portato la squadra a 13 vittorie consecutive e 32 partite di imbattibilità.

Nicolo Barilla ha attraversato tre difensori prima di entrare nella partita di apertura e Lorenzo Insigne è scappato dalla linea centrale prima di segnare uno dei gol del torneo.

Il Belgio ha dato speranza alla fine del primo tempo quando Giovanni Di Lorenzo ha commesso fallo su Jeremy Duco e Romelu Lukaku ha segnato il rigore.

Entrambe le squadre hanno avuto la possibilità di segnare ancora in un secondo tempo senza fiato, ma senza reti, sono stati gli Azzurri a passare in vantaggio.

La squadra di Roberto Mancini se la vedrà martedì a Wembley con la Spagna, ma forse dovrà fare a meno del superbo terzino sinistro Leonardo Spinazzola, in ritardo in barella.

Gli Azzurri riscoprono il loro ritmo

L’Italia si è qualificata nel proprio girone con tre vittorie – senza subire gol – ma tutte in casa a Roma.

Ma nella partita degli ottavi di finale contro l’Austria a Wembley non erano neanche lontanamente così, e avevano bisogno di tempi supplementari per vincere 2-1.

Tuttavia, questo risultato in Germania è stato probabilmente il migliore in quasi tre anni senza sconfitte – e anche il più importante.

E’ stato un inizio esaltante e Leonardo Bonucci è caduto a inizio gara, ma il gol è stato annullato dal VAR per fuorigioco.

Gianluigi Donnarumma ha effettuato alcune buone parate per tenerli a livello prima di tagliare Insigne all’interno e cadere a lato, proprio come per le cose a venire.

La gara d’esordio è arrivata quando il Belgio ha provato ad evadere la propria difesa e Marco Verratti Barilla ha trovato la rete dopo un ottimo lavoro di piede.

Poi Insigne ha segnato un gol straordinario per il 2-0 mentre raccoglieva la palla in mezzo al campo e la tagliava dentro prima di scattare da fuori area di rigore.

A quel punto sembravano a loro agio, ma poi Di Lorenzo ha mancato inutilmente Doku e ha dato speranza a Lukaku per il Belgio.

La squadra di Mancini ha avuto occasioni nella ripresa – anche se non tante quanto il Belgio – con Spinazzola, Federico Chiesa e Insigne a due a due.

Il momento che ha riassunto la loro giornata – e il calcio italiano in generale – è arrivato quando Spinazola ha parato il tiro di Lukaku e Bonucci e il capitano Giorgio Chiellini, dopo l’infortunio, hanno festeggiato con lui come un vincitore.

In effetti, sono stati bravi come vincitori perché non si sono lasciati sfuggire quel proiettile tra le mani.

Dovrebbero ora essere considerati favoriti contro la squadra meno impressionante della Spagna a Londra la prossima settimana.

Un’opportunità per la generazione d’oro del Belgio?

La squadra belga è piena di giocatori di talento, essendo stata una squadra internazionale insignificante negli ultimi dieci anni o più. Ma non ne hanno approfittato.

Sono arrivati ​​terzi ai Mondiali del 2018, ma questa volta non hanno nemmeno raggiunto le semifinali. Euro 80, quando perse contro la Germania Ovest, rimane la loro unica finale.

L’età media di tre giocatori per il terzino belga era di 33 anni. Solo due dei titolari sono under 28.

Era questa la loro ultima vera occasione?

Kevin De Bruyne, ora 30enne, ha dato loro una spinta prima del calcio d’inizio quando è passato in forma per iniziare.

Donnarumma è stato costretto a salvare l’immersione, così come Lukaku. Sono rimasti indietro di due gol mondiali prima che il giovane Doku, che ha sostituito l’infortunato Eden Hazard, abbia vinto un calcio di rigore da Lukaku.

L’attaccante dell’Inter ha segnato 24 gol nelle ultime 23 partite con la maglia del Belgio.

Il calcio è un gioco con margini ristretti e ci sono stati alcuni momenti ipotetici, soprattutto Lukaku coinvolto.

A tutto il mondo sembrava che avrebbe pareggiato nel secondo tempo quando De Bruyne ha fatto rotolare la palla attraverso l’area delle sei yard, ma Lukaku in qualche modo ha sparato dritto al difensore Spinazzola.

Era di nuovo a pochi centimetri di distanza quando la croce obliqua di Nasser El Shazly ha attraversato la sua testa e una porta vuota davanti a lui. Questo è stato uno dei tre tocchi di Shazly dopo essere scivolata di nuovo a causa di un infortunio.

La prossima Coppa del Mondo – Qatar 2022 – è a soli 18 mesi di distanza, quindi il Belgio potrebbe avere un’ultima possibilità, anche se non è chiaro se Roberto Martinez rimarrà in carica o meno.

Statistiche partita – L’Italia ha stabilito un record europeo

  • L’Italia raggiunge per la dodicesima volta le semifinali di un grande torneo. L’unico paese europeo a farlo è la Germania (20).
  • L’allenatore dell’Italia Roberto Mancini è diventato solo il secondo allenatore nella storia del Campionato Europeo a vincere ciascuna delle sue prime cinque partite alla fase finale dopo Michel Hidalgo, che ha vinto tutte e cinque le sue partite per la Francia nel 1984.
  • Compreso il girone di qualificazione, l’Italia ha vinto ognuna delle ultime 15 partite del Campionato Europeo, un record per la competizione. Il Belgio aveva vinto 14 volte prima di questa partita.
  • Nessun giocatore belga ha segnato più gol di Romelu Lukaku agli Europei (sei) o ai Mondiali (cinque con Marc Wilmots).
  • Nicolo Parilla ha segnato sei gol in 27 partite internazionali, rispetto ai sette gol in 116 presenze con i club dal suo debutto internazionale.
  • Jeremy Duques è diventato il giocatore più giovane ad aver mai giocato una partita importante nella fase a eliminazione diretta per il Belgio (19 anni 36 giorni) ed è stato il primo adolescente a vincere un rigore nel Campionato Europeo dopo Wayne Rooney per l’Inghilterra contro la Francia nel 2004.
  • L’età media dei cinque centrocampisti titolari di questa partita era di 34 anni e 234 giorni, con Giorgio Chiellini (36) e Leonardo Bonucci (34) per l’Italia, Thomas Vermaelen (35), Jan Vertonghen (34) e Toby Alderweireld. (32) per il Belgio.

allineare

Belgio

formazione – composizione 3-4-2-1

  • 1Cortese
  • 2Alderweireld
  • 3Divertimento
  • 5virtungen
  • 15°Mounirè stato sostituito daChadlika 70′Minutiè stato sostituito daLuminosoa 74′Minuti
  • 8TillmansPrenotato in 21 minutiè stato sostituito daMertensa 69′Minuti
  • 6e divertiti
  • 16T pericolo
  • 7De Bruyne
  • 25Carta velina
  • 9lukaku

alternative

  • 4boyata
  • 11Carrasco
  • 12Kaminsky
  • 13sali
  • 14Mertens
  • 18negare
  • 19Dundoncker
  • 20Benteke
  • 22Chadlik
  • 23Batshuayi
  • 24Trussard
  • 26Luminoso

Italia

formazione – composizione 4-3-3

  • 21J Donnarumma
  • 2Di Lorenzo
  • 19Bonucci
  • 3Kellini
  • 4Spinazzolaè stato sostituito daEmersona 79′Minuti
  • 18barella
  • 8Jorginho
  • 6ferrattiPrenotato in 20 minutiè stato sostituito daKristantia 74′Minuti
  • 14una chiesaè stato sostituito daFollea 90+1′Minuti
  • 17Fissoè stato sostituito daBelottia 74′Minuti
  • 10distintivoè stato sostituito daBerardia 79′MinutiPrenotato in 90 minuti

alternative

  • 1serigo
  • 5Locatelli
  • 9Belotti
  • 11Berardi
  • 12Pesina
  • 13Emerson
  • 15°Ocarpe
  • 16Kristanti
  • 20Bernardeschi
  • 23bastoni
  • 25Folle
  • 26Merritt

Regola:
Slavko Vinci

Presenza:
12984

testo dal vivo

A proposito di BBC - VociInformazioni sul piè di pagina della BBC - Voci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *