Ainslie deve affrontare un lavoro italiano per mantenere vivo il sogno dell’America’s Cup

L’ex capitano della squadra vincitrice della Coppa America Jimmy Spethyl gareggerà con Ben Ainsley nella finale della Coppa Prada, in cui il vincitore giocherà la Coppa America n. 36 © COR 36 | Burlingy Studio

Scritto da James Tony

Sir Ben Ainsley ora sa chi deve vincere se una barca britannica vuole la sfida di fine business per la Copa America per la prima volta dal 1964.

L’incubo di American Magic è continuato ad Auckland quando hanno perso la loro quarta semifinale consecutiva contro l’italiana Luna Rossa, che ora affronta la squadra britannica Ineos nelle prime 13 serie per il diritto di sfidare la Nuova Zelanda per il più antico campionato internazionale a marzo.

Luna Ross, Jimmy Spethyl, capitano dei due volte vincitori di Copa America, avranno due settimane per prepararsi alla finale della Prada Cup, con rinnovata fiducia.

Sostiene che la barca e l’equipaggio hanno già apportato importanti miglioramenti dalle loro triple sconfitte al Robin Tour contro Ainsley nella prima fase della regata, dove si trovava la barca britannica, Britannia, Imbattuto.

Il capitano australiano Spithill – precedentemente soprannominato “Jimmy Pitbull” – è uno dei personaggi di vela più combattivi e di solito dà il meglio di sé quando non è filtrato.

Sono passati solo otto anni da quando ha progettato una delle più grandi rimonte di questo sport per battere la Nuova Zelanda a San Francisco, con un equipaggio che includeva Ainsley come tattico.

“Sentivamo di aver lasciato molto sul tavolo nelle nostre gare contro gli inglesi, ma sappiamo cosa dobbiamo fare e puoi sempre migliorare”, ha detto.

“Siamo stati critici e in anticipo su ciò che dobbiamo migliorare per ottenere alcuni miglioramenti quando è importante.

“Quando si guarda alla gara che abbiamo corso contro di loro, è stata molto competitiva, ma penso che abbiamo la migliore preparazione per questa gara.

READ  Italia-Inghilterra 1-0: Le critiche ai Tre Leoni sono inevitabili e meritate dopo la recente sconfitta in Nations League

“È un gruppo compatto e non lo sottovaluteremo, ma metteremo definitivamente da parte il martello”.

Solo 13 giorni fa, il Patriot è quasi affondato quando la barca si è capovolta e il lavoro frenetico per riportarlo in acqua è stato impressionante ma chiaramente c’erano dei problemi sotto la superficie.

Il New York Yacht Club Challenge è arrivato a Oakland come il favorito per uscire vittorioso da questa Three Boat Series, ma alla fine ha perso tutte e dieci le sue gare.

Il capitano Terry Hutchinson ha detto: “L’America’s Cup è un gioco brutale” mentre soffocava le lacrime.

“Abbiamo avuto molte persone che ci supportano e alla fine ti senti responsabile per questo. Li indosso sulla manica.

“Qualcuno deve vincere e l’altro deve perdere e ci siamo sempre sentiti come se avessimo fatto le cose nel modo giusto per essere dalla parte giusta qui. Tutto quello che potevamo fare è prenderlo sul mento”.

“Se saremo fortunati a tornare nella 37a Copa America, impareremo da questi errori e saremo più bravi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.