Aaron Ramsay: Wells ha in programma di tenere colloqui con la Juventus

Aaron Ramsay ha collezionato 27 presenze con la Juventus in questa stagione

Wells ha in programma di tenere colloqui con la Juventus sul centrocampista Aaron Ramsey che si prepara per le qualificazioni ai Mondiali.

Ramsey è stato nominato nella squadra del Galles per le qualificazioni in Belgio il 24 marzo e in casa contro la Repubblica Ceca il 30 marzo.

Il 30enne ha saltato la vittoria per 3-1 della Juventus in Serie A sul Cagliari domenica a causa di un infortunio alla coscia che secondo i media italiani lo avrebbe tenuto fuori dai giochi per tre settimane.

“Avremo una conversazione con il club e vedremo a che punto siamo con lui”, ha detto l’assistente allenatore Robert Page.

Paige ha detto che lo sarebbe stato “Affari come al solito” In Galles, dove rimane a capo delle partite di questo mese mentre l’allenatore Ryan Giggs resta assente.

Giggs era lui La garanzia è stata estesa al 1 maggio Dopo che l’accusa di aggressione è stata negata.

pagina Il suo nome è una rosa di 31 giocatori Nelle qualificazioni ai Mondiali e in un’amichevole con il Messico, con Ramsey, anche se il tecnico della Juventus Andrea Pirlo ha detto che soffre di “problemi fisici”.

“Dobbiamo simpatizzare con il modo in cui affrontiamo la questione e la comunicazione tra noi e il club è fondamentale”, ha detto Page.

“Avremo colloqui e se riteniamo possibile coinvolgerlo nella competizione per parti di queste partite, allora vedremo.

“Ma dobbiamo rispettare che la Juventus potrebbe non voler rischiare e recuperare lì.

“Il nostro team medico non correrà rischi se non è in forma, ma vedremo se riusciremo a superarlo e daremo un’occhiata”.

Ramsey ha iniziato solo tre delle sue ultime 20 partite con il Galles a causa di un infortunio e ha giocato solo una volta da quando Welles si è qualificato per il Campionato Europeo 2020 rinviato.

Ciò ha portato alcuni fan gallesi a mettere in dubbio l’impegno di Ramsey, ma Paige ha detto che nessuno sarebbe stato più deluso dell’ex giocatore dell’Arsenal.

“Capisco da dove vengono i tifosi, ma se vieni colpito, sei infortunato”, ha aggiunto.

“Nessuno si sentirà più frustrato di Aaron ora. Non vede l’ora di venire e vuole entrare nell’edificio e dargli un’occhiata.”

“Speriamo che le cose si sviluppino nelle prossime 24 ore e avremo un quadro più chiaro di cosa ne faremo.

“Ma non metto in dubbio il suo impegno e ogni volta che gioca aggiunge valore alla squadra”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *