Voglio che i miei fan sappiano che possono contare su di noi

Credito immagine: All Elite Wrestling (tramite YouTube)

Tony Khan Dice che vuole che i fan sappiano che AEW Dynamite si esibirà ogni mercoledì.

In un’intervista a Justin Barrasso di Sports IllustratedIl proprietario di All Elite Wrestling ha parlato del ruolo che la sua azienda svolge nella scena del wrestling professionistico. Tony Khan ha detto che può affrontare ciò che gli altri fan avrebbero potuto provare prima che AEW uscisse nel film, e sta davvero spingendo la Dynamite a consegnare in modo gratificante ogni settimana.

“Sapevo che c’era un posto vacante nella vita di molti fan del wrestling”, dice Khan. “Per me personalmente, è passato molto tempo da quando mi sono svegliato in un dato giorno della settimana in attesa di uno spettacolo di wrestling. È passato molto tempo da quando mi importava chi fosse il campione. Sono un grande fan del wrestling e Ho pensato che se mi sentivo in quel modo, potrebbe essere È un’espressione di come si sentono molti fan del wrestling. dinamite Per catturare quell’eccitazione. Il mio obiettivo dall’inizio è sempre lo stesso ora: voglio che i fan del wrestling sappiano che possono contare su di noi il mercoledì sera”.

Tony Khan ha anche parlato di come AEW stia raggiungendo il successo molto più velocemente di quanto chiunque, incluso se stesso, si sarebbe aspettato.

“Avevo sicuramente l’aspirazione che AEW raggiungesse determinate vette, ma siamo più lontani di quanto avessi mai sognato”, afferma Khan. “Abbiamo ingaggiato Bryan Danielson, CM Punk, Adam Cole e Sting tutti nell’arco di un anno. Abbiamo aggiunto nomi leggendari come Christian Cage, Matt Hardy, le star dei giorni nostri – Andrade Idol e Malakai Black – e sviluppato la divisione femminile , in particolare unendoci a Robbie Soho e Thunder Rosa. Siamo davvero orgogliosi di dove siamo dopo due anni e siamo molto grati che il roster abbia lavorato così duramente durante la pandemia. “

READ  Introduzione a 'The Card Counter': Oscar Isaac nel thriller di Paul Schrader

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *