Vengono raccolti cappotti per le persone bisognose dopo che i maglioni sono stati rubati da una lavanderia a gettoni a est di Toronto

Vengono raccolti cappotti per le persone bisognose dopo che i maglioni sono stati rubati da una lavanderia a gettoni a est di Toronto

Un imprenditore nel quartiere di Beach a Toronto ha allestito uno stand per la donazione di cappotti dopo aver affermato che due giacche sono state recentemente rubate da un’asciugatrice nella sua lavanderia a gettoni.

Il 16 novembre, Alex Winch, proprietario della Beach Solar Laundromat/Monk’s Fine Fabric Care in Queen Street East, vicino a Beech Avenue, ha pubblicato una nota su Facebook sull’incidente.

Ha detto che un cliente gli ha detto che due dei suoi maglioni mancavano dall’asciugatrice e quando ha rivisto i filmati di sorveglianza ha visto una donna entrare nella lavanderia e tirare fuori i vestiti.

La donna stava per indossare una delle giacche quando il cliente che la possedeva è entrato nell’edificio, ha detto Winch. Ha detto che la donna ha guardato il cliente che sembrava stesse cercando le sue giacche prima di metterle in una borsa a tracolla e andarsene.

Poco dopo, Winch ha detto di aver visto la stessa donna nel video camminare accanto al lavandino mentre lo puliva per tutta la notte.

“Sono uscito per parlarle, le ho raccontato quello che ho visto dalle telecamere e le ho chiesto perché prendeva i maglioni”, ha scritto nel suo post sui social media.

“Perché sto congelando”, rispose Winch.

“Ma che mi dici della persona a cui hai preso i maglioni?”, ha detto.

Ha detto che la donna gli ha detto: “Lei ha una casa e io sono un senzatetto”.

Winch ha detto di aver camminato e parlato con la donna per diversi isolati, ma di non aver mai recuperato i maglioni.

Invece di denunciare l’incidente alla polizia, gli è venuta l’idea di creare un appendiabiti basato su donazioni per le persone bisognose. Ha detto che chiunque abbia bisogno di un cappotto caldo può venire a prenderne uno, senza fare domande.

READ  Un'impressionante crescita del 21% nel primo tempo per Golden Goose

Il “Monk’s Coat Rack”, lanciato durante il fine settimana, si trova davanti alla porta d’ingresso di Monk’s Fine Fabric Care, proprio accanto alla lavanderia solare Beach.

“È solo l’inizio della stagione fredda, e da qui in poi farà più freddo….Come sarà la fine di gennaio?” disse Winch.

“Voglio specificamente che i cappotti siano disponibili nel cuore della notte, quando la maggior parte delle porte sono chiuse e la maggior parte di noi è al caldo e dorme. Quindi l’appendiabiti è all’esterno e ben illuminato di notte.”

Winch ha detto che stima che circa 50 cappotti siano già stati reinseriti.

Su richiesta della gente della comunità, ha aggiunto anche dei ganci per esporre cappelli e guanti, che potranno anche essere dati gratuitamente a chi ne ha bisogno.

Winch ha detto di aver pubblicato un post sull’iniziativa su alcuni gruppi Facebook nell’East End e che la risposta finora è stata ottima. Diverse persone lo hanno contattato per donare o consegnare cappotti di persona. Ha detto che anche un certo numero di persone che avevano bisogno di un cappotto caldo erano state contattate.

“Ci sono stati molti feedback positivi e molte persone hanno voluto donare. Ogni giorno vedo nuovi cappotti che vanno e vengono mentre vado e vado,” ha detto Winch, aggiungendo che spera che altri imprenditori o anche gruppi locali siano coinvolti. ispirato dalla sua idea e avvia la propria attività di appendiabiti.Con loro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *