Un’eruzione vulcanica vicino alla capitale islandese si sta attenuando, senza influire sui viaggi aerei

Sabato il Met Office islandese ha dichiarato che una lunga eruzione del vulcano inattivo ha inviato flussi di lava che scorrevano attraverso una piccola valle nel sud-ovest dell’Islanda e non dovrebbero interferire con i viaggi aerei.

L’ufficio ha detto che la fessura vulcanica è iniziata intorno alle 20:45 di venerdì nella penisola di Reykjanes vicino al monte Vajrad, la valle nella valle di Gilda, a circa 32 km a sud-ovest della capitale Reykjavik. L’agenzia ha detto che l’eruzione è stata “lieve” e non c’erano segni di cenere o polvere che potrebbero interrompere il volo.

“Più vediamo, più piccola è questa eruzione”, ha detto sabato all’Associated Press il geofisico Pal Einarsson, dopo aver osservato il vulcano durante la notte.

Questo angolo sud-ovest dell’Islanda è la parte più popolosa del paese. Il dipartimento di emergenza ha detto che non prevede l’evacuazione, a meno che i livelli di gas vulcanico non aumentino drasticamente.

L’aeroporto di Keflavik, il centro del traffico aereo internazionale dell’Islanda, ha affermato che i voli sono rimasti nei tempi previsti dall’inizio dell’eruzione del vulcano.

“Non vi è alcuna indicazione della produzione di cenere e tefra e non vi è alcun pericolo imminente per la fuga”, ha detto il Met Office sul suo sito web.

L’eruzione del 2010 ha interrotto i viaggi aerei

Nel 2010, un’eruzione del vulcano Eyjafjallajokull in Islanda ha creato nuvole di cenere e polvere nell’atmosfera, che hanno portato a un boicottaggio dei viaggi aerei tra Europa e Nord America a causa della preoccupazione che i materiali potessero danneggiare i motori a reazione. Più di 100.000 voli sono stati interrotti, lasciando milioni di passeggeri bloccati.

L’eruzione della Gildinga Valley è la prima del suo genere nella penisola di Reykjanes in quasi 800 anni.

La regione ha iniziato ad aumentare l’attività sismica 15 mesi fa e le scosse sono aumentate notevolmente il mese scorso.

L’ufficio ha detto che nelle ultime tre settimane la regione è stata colpita da circa 50.000 piccoli terremoti, dozzine dei quali di magnitudo 4 o più forte.

L’Islanda, situata in cima a un punto caldo vulcanico nell’Oceano Atlantico settentrionale, subisce in media un’eruzione vulcanica ogni 4-5 anni. Il più recente è stato a Holuhraun nel 2014, quando una fessura lavica delle dimensioni di Manhattan si è diffusa sull’area interna dell’altopiano.

Gli scienziati hanno sorvolato l’eruzione della Gilden Valley sabato mattina e hanno stimato che la fessura vulcanica fosse lunga circa 500 metri. Una corrente di lava era a 2,5 km dalla strada più vicina.

La casa di Solny Palsdottir è la più vicina al luogo dell’esplosione, a soli quattro chilometri nella città costiera di Grindavik. Lei e suo marito stavano guardando la TV venerdì sera quando suo figlio adolescente ha sottolineato un bagliore rosso da lontano.

“Oggi vedo una nuvola di vapore bianco-blu proveniente dalle montagne”, ha detto all’Associated Press Balsdottir, 50 anni. “Non qualcosa che mi aspettavo nel mio cortile.

“Sono stata sollevata dal fatto che i terremoti fossero finiti”, ha detto.

READ  Un tribunale russo ha respinto l'appello di Alexei Navalny ei suoi alleati sono stati arrestati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *