Townsend chiede chiarimenti dopo la sospensione di Van der Merwe

Gregor Townsend si è detto travolto dall’espulsione e dalla successiva squalifica di Dohan van der Merwe, che ha eliminato l’esterno scozzese nella partita di sabato contro l’Italia a Roma, e ha invitato la squadra mondiale di rugby a spiegare come si sono verificati tali incidenti. Deve essere affrontato da arbitri e comitati disciplinari.

A Van der Merwe è stato mostrato un cartellino rosso mentre giocava a rugby per i Worcester Warriors contro la squadra londinese irlandese lo scorso sabato dopo aver tentato di bloccare il suo compagno di squadra scozzese. Kyle Rowe Ha finito per entrare in contatto con i suoi avversari nella zona della mascella/collo con l’avambraccio. Roy era illeso e l’incidente è venuto alla luce solo dopo che l’ufficiale della partita televisiva lo ha portato alla luce.

“Sono rimasto davvero deluso dalla decisione in quel momento e da allora mi sono grattato la testa”, ha detto l’allenatore della Scozia. “Ci è permesso consegnare il rugby, è nel libro delle leggi e qualcosa che facciamo fin dalla giovane età. È qualcosa che viene celebrato.


Italia vs Scozia: cinque cambi nel quarto turno del Sei Nazioni a Roma

Finale della Coppa delle scuole U-18: Merchiston Castle ha battuto Melville di Stewart

Finale della Coppa di scuola U-16: Watson batte Dollar in una competizione serrata


“Quindi ti è permesso mettere la mano in faccia a qualcuno, nell’area della testa, quindi qualcuno lo prova ad alta velocità contro un altro giocatore che sta andando ad alta velocità, e in posizione verticale cerca di affrontarlo, e alla fine lo fa ma lungo la strada per farlo, il loro avambraccio tocca la loro faccia. Quel giocatore… un buon margine per quello, da qualcosa che sarebbe stato celebrato come una grande consegna, all’essere espulso dal gioco e non giocherà che per tre settimane è ridicolo a mio avviso.

READ  Vassilis Barcas, il nuovo nome "PAOK e un club italiano", ha mostrato interesse per il portiere del Celtic da 4,5 milioni di sterline.

“E questo è qualcosa di cui la squadra del World Rugby ha bisogno per fare una dichiarazione [on] Differenziare tra qualcosa di legale e incoraggiante nel gioco e non impostare i tentativi di consegna sugli stessi criteri di un’interferenza elevata o di una spaccatura pericolosa.

“Hanno seguito il processo di contatto con il boss, ma penso che questo sia sbagliato in questo caso. Dobbiamo proteggere l’attaccante in tali circostanze quando si trova di fronte a qualcuno che sta cercando di affrontarlo in modo diretto”.

“Quindi, siamo ovviamente delusi da Doohan. È molto arrabbiato. Ma andremo avanti e Kyle [Steyn – who has replaced van der Merwe in the starting XV] Andrà e prenderà la sua occasione.

“Ma ho vere domande sul gioco e su cosa stiamo cercando di fare qui, quando i trattamenti per il viso sono consentiti e incoraggiati”.

allo stesso tempo, Blair Kinghorn – che ha coperto la situazione di stallo e tre indietro dalla panchina nelle tre partite della Scozia finora in questa stagione – potrebbe essere stato il favorito per sostituire Van der Merwe, ma non lo è.

“È soggettivo, quindi non è disponibile per questo gioco – pensiamo che sarà disponibile per l’Irlanda”, ha detto Townsend.

“Ma Kyle [Steyn] Era da un po’ che aspettava questa opportunità. Ha giocato molto bene contro il Tonga e ha segnato quattro tentativi, ha giocato molto bene dalla panchina contro l’Australia, ma poi non ha giocato più.

“È una persona molto popolare nella nostra squadra ed è molto laborioso, quindi lo supportiamo al 100% per giocare bene questa settimana e cogliere di nuovo l’opportunità.

READ  WRC - Tanak domina spietatamente sabato pomeriggio in Italia

Townsend ha anche spiegato che la decisione di non scegliere Mark Bennett nel Match Day 23 era almeno in parte correlata al suo quarterback che si è colpito le costole nei fine settimana successivi.

“Ha avuto una botta alle costole per la seconda settimana consecutiva contro la Francia, quindi non è stato in grado di allenarsi con noi la scorsa settimana e questa settimana è stato bravo”, ha detto l’allenatore. “Probabilmente sarebbe stato in forma e pronto per giocare, ma abbiamo appena sentito questo infortunio e, data la ricorrenza, quello è stato uno dei fattori che lo ha portato a non essere in rosa questa settimana.

Ci sentiamo per lui perché ha giocato davvero bene quando è uscito dalla panchina, ma speriamo che entro la prossima settimana sia più vicino al 100% e pronto a riprendere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.