Sette chilometri di ostacoli e una palestra per prove veloci: come Corona segna l’inizio di uno scialpinismo in Münstertal

Langlauf

Sette chilometri di ostacoli e una palestra per prove veloci: come Corona segna l’inizio di uno scialpinismo in Münstertal

Il giorno di Capodanno, i fondisti della Münstertal iniziano la gara del Tour de Ski senza spettatori (e senza la squadra norvegese). Così il Comitato Organizzatore Tschierv non ha niente di meno da fare. esattamente il contrario. Il lavoro è diventato più complicato. OK è ancora eccitato e non vede l’ora di dossi di cammello, curve paffute e la “Münstertal Cup”.

Il Tour de ski è iniziato tre anni fa in Münstertal.  A quel tempo con meno neve, ma con curiosi.

Il Tour de ski è iniziato tre anni fa in Münstertal. A quel tempo con meno neve, ma con curiosi

Peter Schneider / Cornerstone

In realtà è una cosa carina: per la quinta volta il Tour de Ski si ferma a Münstertal, e per la prima volta l’entourage rimane a Tschierv per tre giorni. Inoltre, le condizioni della neve sono perfette. E anche il tempo dovrebbe avere un ruolo, almeno a Capodanno, quando i pattinatori di fondo iniziano la gara preliminare. Tuttavia, al primo grande evento sportivo svizzero di quest’anno, non tutto è completamente soleggiato, ma la colpa è di Corona. Insomma: mancano gli spettatori, manca la squadra norvegese. E lo sforzo normativo non è diminuito.

READ  "Tatort" con Ulrike Folkerts: un vero criminale suona qui - la TV

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *