Per la prima volta, gli scienziati hanno rilevato un uragano sul polo nord di Urano: ScienceAlert

Per la prima volta, gli scienziati hanno rilevato un uragano sul polo nord di Urano: ScienceAlert

Urano impiega 84 anni per orbitare attorno al sole, quindi la tecnologia dei radiotelescopi era agli inizi l’ultima volta.

Ma ora, negli ultimi anni, gli scienziati hanno utilizzato radiotelescopi come il Very Large Array (VLA) mentre Urano ha lentamente rivelato sempre più il suo polo nord.

Le osservazioni a microonde del VLA del 2021 e del 2022 mostrano un gigantesco uragano che vortica intorno a questa regione, con un punto luminoso e compatto centrato sul polo di Urano.

I dati rivelano anche modelli di temperatura e velocità del vento nella regione e tracciano i cambiamenti di gas coerenti con un ciclone polare.

Gli scienziati sanno da tempo che il polo sud di Urano ha una proprietà di rotazione. Quando Voyager 2 volò vicino a Urano nel 1986, vi rilevò forti venti. Tuttavia, il modo in cui il pianeta era inclinato non ha permesso alla Voyager di vedere il Polo Nord.

Ma il VLA nel New Mexico ha studiato Urano negli ultimi anni e le osservazioni raccolte nel 2015, 2021 e 2022 sono riuscite a scavare più a fondo nell’atmosfera di Urano.

I dati sulle emissioni di calore hanno mostrato che l’aria circolante nell’Artico appare più calda e secca, che sono le caratteristiche distintive di un potente uragano.

“Queste osservazioni ci dicono molto sulla storia di Urano. È un mondo molto più dinamico di quanto pensi.” Lo ha detto Alex Akins del Jet Propulsion Laboratory della NASA nel sud della California, ed è l’autore principale di A Un nuovo studio pubblicato su Messaggi geofisici.

“Non è solo una palla di gas blu. C’è molto da fare sotto il cofano.”

READ  aC per abbattere 25 cervi, verrà testata la diffusione della malattia mortale del deperimento cronico
Urano visto da Voyager 2 nel 1986. (NASA/JPL-Caltech)

I ricercatori hanno affermato che l’uragano su Urano è simile ai cicloni polari osservati dalla missione Cassini su Saturno.

Con i nuovi risultati, i cicloni (che ruotano nella stessa direzione del loro pianeta) o gli anticicloni (che ruotano nella direzione opposta) sono stati ora identificati ai poli di ogni pianeta del nostro sistema solare che ha un’atmosfera.

Ciò sottolinea il fatto generale, hanno affermato i ricercatori, che i pianeti con grandi atmosfere – siano i mondi fatti di roccia o gas – mostrano tutti segni di vortici vorticosi ai poli.

Il polo nord di Urano è ora in primavera. Mentre continua in estate, gli astronomi sperano di vedere ulteriori cambiamenti nella sua atmosfera.

Questo articolo è stato originariamente pubblicato da l’universo oggi. Leggi il L’articolo originale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *