Ottawa condanna l’ambasciata russa, che ha definito la Finlandia un “obiettivo nucleare” dopo l’adesione alla Nato

Il governo federale condanna un tweet dell’ambasciata russa in Canada che ha definito il nuovo membro della NATO Finlandia un “obiettivo nucleare”.

Il paese scandinavo si è ufficialmente unito all’alleanza militare martedì, con una mossa innescata dall’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca.

Il tweet, dall’account ufficiale dell’ambasciata russa, accusava il primo ministro finlandese uscente Sanna Marin di aver abbandonato la politica di non allineamento di lunga data del Paese.

“[Marin] È riuscito a trasformare la neutrale Finlandia, che aveva buone (sic) relazioni con tutti i paesi, inclusa la Russia, in un altro potenziale obiettivo nucleare”.

Un portavoce del Segretario di Stato Melanie Jolie ha condannato il tweet.

“La retorica nucleare del regime russo è sconsiderata. Non esiteremo mai a denunciare la sua pericolosa propaganda”, ha detto il portavoce in una e-mail alla CBC.

La dichiarazione dell’ambasciata corrisponde a Il crescente uso della retorica nucleare da parte di Moscache la NATO ha recentemente condannato come “pericoloso e irresponsabile”.

Alla domanda se la dichiarazione potrebbe portare il Canada a espellere i diplomatici russi, l’ufficio della Jolie ha detto che vorrebbe mantenere il personale diplomatico canadese a Mosca.

“Continuano a fornire servizi consolari e la loro presenza in Russia è nell’interesse diretto dei canadesi. Ciò richiede che l’ambasciata russa rimanga aperta su base di reciprocità”, ha affermato il portavoce della Jolie.

La bandiera della NATO, il suo centro e la bandiera della Finlandia sorvolano l’edificio del ministero degli Esteri a Helsinki, in Finlandia, martedì 4 aprile 2023. (Anti Hemelinen/Lettikova/Associated Press)

La Finlandia condivide un confine di 1.340 km con la Russia, quindi entrarvi raddoppia le dimensioni del confine della NATO con la Russia. La nazione ha adottato la neutralità dopo la sua sconfitta per mano dei sovietici nella seconda guerra mondiale, ma i suoi leader hanno espresso il desiderio di unirsi alla coalizione solo pochi mesi dopo l’invasione su vasta scala dell’Ucraina da parte del presidente russo Vladimir Putin.

“L’era del non allineamento nella nostra storia è finita – inizia una nuova era”, ha detto il presidente finlandese Sauli Niinisto prima di alzare la bandiera blu e bianca del suo paese fuori dal quartier generale della NATO. Poco distante, fuori dal recinto di sicurezza, alcune decine di persone drappeggiate con le proprie bandiere hanno cantato: “L’Ucraina ha bisogno della NATO”.

Anche la vicina Svezia ha chiesto di aderire alla coalizione, ma il processo di adesione potrebbe richiedere qualche mese in più. Sia la Turchia che l’Ungheria hanno sollevato questioni con la Svezia che vogliono affrontare prima che abbia luogo la ratifica.

In una dichiarazione, Jolie ha salutato l’adesione della Finlandia alla NATO.

“Oggi, mentre la bandiera della Finlandia sventolerà per la prima volta sul quartier generale della NATO, restiamo uniti più che mai”, ha affermato. “Il Canada è stato orgoglioso di essere il primo paese a ratificare l’adesione della Finlandia e abbiamo lavorato con la Finlandia ei nostri partner della NATO per mantenere lo slancio durante il processo di ratifica.

“Con la Finlandia, e presto con la Svezia, siamo più forti che mai e pronti a affrontare insieme alcune delle sfide più importanti per la nostra sicurezza collettiva degli ultimi decenni”.

La mossa è un duro colpo strategico e politico per Putin, che da tempo si lamenta dell’espansione della NATO verso la Russia.

La Russia ha avvertito che rafforzerà le difese lungo il suo confine con la NATO se l’alleanza dispiegherà truppe o equipaggiamenti aggiuntivi al suo nuovo membro.

READ  La regina partecipa a un raro doppio battesimo reale a Windsor

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *