Open d’Italia: Novak Djokovic vince il suo primo titolo dell’anno e il sesto a Roma

Novak Djokovic diventa il più grande vincitore del Rome Masters, battendo Rafael Nadal di 10 giorni

Il numero uno del mondo Novak Djokovic ha intensificato i suoi preparativi per l’Open di Francia la prossima settimana vincendo il suo primo titolo dell’anno all’Open d’Italia di Roma.

Djokovic ha sconfitto Stefanos Tsitsipas 6-0, 7-6 (7-5) vincendo il titolo sulla terra battuta.

Il 34enne serbo è entrato nel primo set e poi ha reagito dopo che il greco era in vantaggio per 4-1 nel secondo.

Djokovic sarà uno dei favoriti, inseguendo il 21esimo Grande Slam record agli Open di Francia, che prenderanno il via domenica prossima a Parigi.

“Non posso chiedere un vantaggio migliore fino al Roland Garros”, ha detto Djokovic.

“Vado a Parigi con fiducia e buoni sentimenti per le mie possibilità lì”.

Dopo un inizio anno turbolento, quando è stato allontanato dall’Australia a causa del suo stato di vaccinazione, prima di subire un’uscita anticipata nei tornei successivi, Djokovic sembra riprendersi in forma.

Battendo in modo impressionante Tsitsipas nella finale di domenica, ha portato a casa un sesto titolo a Roma – e una 38esima vittoria record nell’evento Masters – entrando nel torneo senza perdere un set.

Il suo inizio sulla terra battuta è stato arrugginito con l’uscita al primo turno a Monte Carlo, ma è riuscito a tenere il passo con la semifinale di Madrid e ora il titolo della Roma nell’ultimo grande torneo prima del Roland Garros.

Dato l’infortunio al piede di Rafael Nadal, il principale rivale di Djokovic al Roland Garros potrebbe essere il 19enne spagnolo Carlos Alcaraz, che è salito al sesto posto in classifica con i titoli in terra battuta a Madrid e Barcellona.

“Dopo tutto quello che è successo all’inizio dell’anno, per me era importante vincere un grande titolo, soprattutto con l’avvento del Grande Slam dove è chiaro che voglio dare il massimo”, ha aggiunto Djokovic.

READ  Newsbook GT Open - Altri ospiti GT3 per la fine della stagione di Barcellona

“Tutto quello che sentivo nei primi mesi dell’anno, come la pressione nella mia vita e nella mia carriera, era qualcosa di completamente diverso.

“Ma mi sento come se fosse già dietro di me. Mi sento benissimo in campo. Anche mentalmente. Sono nuovo. Sono acuto”.

Leggi l'immagine del logo su BBC - blupiè di pagina - blu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.