Notizie Chelsea: chi sono i tre offerenti rimasti in corsa per acquistare il club della Premier League?

Nonostante la collaborazione con i miliardari americani Ken Griffin e Dan Gilbert, la famiglia Ricketts alla fine decise di abbandonare la corsa per acquistare il Chelsea.

I proprietari dei Chicago Cubs hanno citato “dinamiche straordinarie” come motivo della loro decisione, affermando in un comunicato: “Il gruppo Ricketts-Griffin-Gilbert ha deciso, dopo un’attenta considerazione, di non fare un’offerta definitiva per il Chelsea.

“Nel processo di finalizzazione della loro proposta sta diventando sempre più chiaro che alcuni problemi non possono essere affrontati a causa delle straordinarie dinamiche attorno alla vendita. Abbiamo grande ammirazione per il Chelsea e i suoi tifosi e auguriamo ogni bene ai nuovi proprietari”.

Alcuni fan del Chelsea si sono opposti allo spettacolo a causa delle accuse storiche di islamofobia e alcuni hanno persino protestato fuori dallo Stamford Bridge.

Con la decisione della famiglia Ricketts di ritirare la propria offerta, la corsa all’acquisto ufficiale del Chelsea si è ridotta a sole tre unioni.

Qui, diamo un’occhiata più da vicino a tutti e tre.

Sir Martin Broughton

Il 74enne ha organizzato il suo spettacolo del consorzio, che include l’ex presidente della IAAF e due volte medaglia d’oro olimpica Lord Sebastian Coe.

Broughton, l’ex presidente di Liverpool e British Airways, dovrebbe reclutare uomini d’affari americani Josh Harris e David Blitzer per rafforzare la sua offerta.

Dopo essere entrato a far parte di British American Tobacco nel 1971, Broughton è salito di grado e alla fine è diventato CEO nel 1998.

Oltre ad essere un sostenitore del Chelsea per tutta la vita, Bruton è stato anche presidente del consiglio di amministrazione del Liverpool nel 2010 e ha annunciato l’inizio di una nuova era per il club dopo la vendita dei Reds al Fenway Sports Group.

Todd Buhle

Proton non è l’unico modello a portare i grossi calibri. L’uomo d’affari americano e co-proprietario di LA Dodgers, Todd Boyle, ha reclutato in Gran Bretagna Jonathan Goldstein, il miliardario svizzero Hansgeorg Weiss e Mark Walter come partner.

Se Boehly gestirà il Chelsea allo stesso modo dei Dodgers della MLB, i fan dovrebbero avere grandi aspettative prima di una potenziale acquisizione, considerando che l’attuale configurazione del popolare club di baseball ha ottenuto ampi consensi.

Inoltre, si ritiene che Clearlake Capital Investments fornisca supporto finanziario per l’offerta.

Boehly è anche co-fondatore, presidente e CEO di Eldridge Industries, una holding con sede a Greenwich, nel Connecticut.

Steve Pagliuca

Una vista generale della cresta del Chelsea all'esterno prima della terza partita della Carabao Cup a Stamford Bridge, Londra.

C’è più influenza americana sul terzo e ultimo spettacolo, con il co-proprietario dei Boston Celtics Steve Pagliuca e il presidente della NBA Larry Tannenbaum che co-gestiscono il loro spettacolo del consorzio.

Pagliuca è il co-presidente del Bain Capital e ha già puntato i piedi nel calcio con le azioni del club di Serie A, l’Atalanta.

La sua quota nel club italiano richiederà una riduzione se la sua offerta alla squadra della Premier League si rivelerà vincente.

Altri attori di alto profilo coinvolti nell’offerta includono l’ex CEO della Disney Bob Iger, il co-fondatore di Facebook Eduardo Saverin e l’imprenditrice Elaine Saverin.

LEGGI DI PIÙ: Romelu Lukaku del Chelsea affronta un test di fitness in ritardo prima delle semifinali di FA Cup con il Crystal Palace.

READ  Galleria fotografica: Scudetto lampo, Beuli a +6 nell'Inter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.