Netflix ha rifiutato il prossimo lavoro del creatore di “Queen's Gambit”.

Netflix ha rifiutato il prossimo lavoro del creatore di “Queen's Gambit”.

Netflix

Il guru della sceneggiatura di Hollywood, Scott Frank, si è fatto un nome non solo scrivendo sceneggiature, ma anche scrivendo e dirigendo due serie Netflix di breve durata.

Uno era il western ben accolto “Godless”, e l'altro era il pluripremiato “The Queen's Gambit”, che divenne un fenomeno culturale al momento della sua uscita, consolidando la celebrità dell'attrice emergente Anya Taylor-Joy.

Lui e Netflix hanno avuto così tanto successo insieme che è stata una rivelazione a sorpresa da parte di Frank Il New Yorker (attraverso elenco di riproduzione) che il colosso dello streaming aveva già trasmesso tre progetti successivi che Frank stava promuovendo in quel momento, anche uno che lo avrebbe visto collaborare nuovamente con Taylor-Joy.

Sebbene due dei progetti siano sconosciuti, il pezzo rivela che il progetto di Taylor-Joy avrebbe potuto essere un adattamento del romanzo Laughter in the Dark del 1938 di Vladimir Nabokov di cui lui e Megan Abbott sarebbero stati coautori.

Considerata come un prequel di “Lolita”, la storia segue un critico d'arte di mezza età che si infatua di una ragazza di 17 anni. Il piano di Frank era quello di realizzare un film noir completo che si svolgesse dal punto di vista dell'archetipo del personaggio noir. Abbott spiega:

“Abbiamo parlato della femme fatale come di un personaggio che non riceve molta attenzione. Ma nei grandi noir si gioca sempre con questo. Scott voleva che il punto di vista femminile fosse in prima linea.

La prossima serie di Frank è Monsieur Spade con Clive Owen, che uscirà questo mese, e lui e Netflix torneranno insieme per un altro progetto: un adattamento del romanzo poliziesco dell'autore danese José Adler Olsen “Department Q” che dovrebbe sarà il suo prossimo progetto. .

READ  Tori Spelling condivide una rara foto di famiglia con Dean McDermott e i bambini: "Un'altra meravigliosa Pasqua"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *