“Nessuna cronologia”: Jack Willis fornisce aggiornamenti sulla riabilitazione dagli infortuni

L’asso ferito Hornet Jack Willis ha rivelato che non c’è “nessuna cronologia” per il suo ritorno in campo.

Il 24enne ha subito un danno catastrofico al ginocchio sinistro mentre giocava per l’Inghilterra contro l’Italia a febbraio.

Dopo aver subito un intervento chirurgico per riparare la gamba, è stata fatta una stima prudente per metà dicembre. Ma l’allenatore dei Wasps Lee Blackett ha recentemente rivelato che il ritorno in campo della stella delle ultime fila è stato posticipato di un altro mese.

Per saperne di più:Blue Sky Sea Seats: perché le folle di calabroni si stanno ritirando?

Nella sua rubrica con The Times, Willis ha sottolineato che giocare prima di Natale era “fuori dalla finestra”.

Ha detto: “Una delle mie battaglie mentali non si è concentrata sulla data di fine e sulla possibilità di giocare di nuovo con le vespe insieme a mio fratello Tom, ma sapevo che era lì. Ora non c’è una linea temporale. Ho questa cosa enorme in corso. la testa che non voglio andare avanti”. Riabilitazione dopo il 14 febbraio, data del mio infortunio. Poi perderò un intero anno di carriera”.

Questa è la seconda volta in una giovane carriera di Willis che ha attraversato un lungo periodo di riabilitazione a causa di un grave infortunio al ginocchio.

Le sue esibizioni agli Hornets nella stagione 2017/18 lo hanno visto chiamato per il tour estivo dell’Inghilterra in Sud Africa. Sfortunatamente, pochi giorni dopo, si è rotto il legamento crociato anteriore della gamba destra e si è fratturato anche la caviglia sinistra.

READ  MotoGP Misano II: Lowes punta al podio per il ritorno dell'Italia

Quelle ferite, e le successive riacutizzazioni, erano limitate alla sua apparizione a tre vespe in 16 mesi.

Durante la stagione 2019/20, ha deciso di recuperare il tempo perduto, affermandosi saldamente come il re del tracollo e segnando 13 tentativi in ​​rotta verso una medaglia di secondo posto in Premier League insieme a una serie di premi personali, tra cui il Premier Premio League Player of the Year.

Il grande debutto tardivo dell’Inghilterra è finalmente arrivato a porte chiuse contro la Georgia nel novembre 2020, un’occasione che ha festeggiato con il suo primo tentativo di test. Questa è stata seguita da un’apparizione sostitutiva contro il Galles alla Autumn Nations Cup prima di essere incluso nella squadra di Eddie Jones per il Campionato Sei Nazioni 2021.

L’inglese Jack Willis (a destra) giace in campo infortunato durante la partita del Sei Nazioni contro l’Italia

Willis è arrivato come sostituto nel secondo tempo contro l’Italia a febbraio, guadagnandosi il suo secondo tentativo in Inghilterra, ma il disastro è avvenuto poco dopo quando l’attaccante italiano Sebastian Negri lo ha espulso lasciando i Red Roses a urlare di dolore al Twickenham Stadium. .

Dopo un secondo lungo periodo di riabilitazione in tre anni, Willis ha deciso di documentare il processo utilizzando il suo profilo Instagram e una serie di video chiamati “The Rebuild 2.0”.

Il suo ultimo episodio ha rivelato una settimana trascorsa a Dublino a fare un’audizione in ginocchio con il compagno di squadra dei Wasps e dell’Inghilterra Joe Launchbury, che si è rotto il LCA ad aprile.

Nella sua rubrica con The Times, Willis ha rivelato che nelle settimane successive al suo ritorno dalle vespe, si è verificata una riacutizzazione che ha causato gonfiore nella zona del ginocchio.

READ  Sei Nazioni 2021: Inghilterra vs Italia - Come può migliorare l'Italia nella serie di sconfitte?

La notizia è arrivata poche settimane dopo aver rivelato nel suo ultimo video che si sentiva vicino al ritorno,

Ha detto all’inizio di novembre: “Non sono a un milione di miglia di distanza dal diventare di nuovo un giocatore di rugby e scendere in campo. È così nervoso pensare in questo modo, pensando di essere a un miglio di distanza. Spero che anche la mia fiducia migliori. Perché sono me stesso Al momento sono molto nervoso. Ho molta ansia di tornare a giocare. Solo di infortunarmi di nuovo e i rischi che ne derivano, ma ogni giorno spero che la fiducia cresca”.

Per leggere l’intera colonna di Jack Willis sul Times, clicca qui.

Per ricevere gratuitamente tutti gli indirizzi di Vespe direttamente nella tua casella di posta tramite la nostra newsletter, fai clic qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *