Muore un’altra leggenda della boxe di Makhanda: Grocott’s Mail

Muore un’altra leggenda della boxe di Makhanda: Grocott’s Mail

Scritto da Chris Tutubella

Quest’anno non è stato buono per la confraternita sportiva di Makanda, poiché la città ha perso molte grandi icone dello sport. Un’altra grande icona della boxe è ormai caduta. “Kid Zanta” Kralo è recentemente scomparso all’età di 76 anni dopo una lunga malattia. Il suo servizio funebre si terrà il 7 giugno presso la Nolothandu Hall di Gwoza, e il suo funerale si terrà sabato 10 giugno, sempre presso la Nolothandu Hall.

Kralow faceva parte della squadra sudafricana che andò in Italia nel 1968, soprannominata kudos dell’era dell’apartheid. Uno dei suoi più grandi combattimenti è stato contro Christopher “Chris Kidd” Dlamini nella divisione dei pesi mosca.

Ha detto il consigliere del reparto 2 ed ex collega, Rami Zonxa dell’ANC Posta Grocott che a causa della competitività di entrambi i pugili, questo combattimento doveva essere riprogrammato poiché i giudici non erano in grado di separare i due grandi combattenti.

Leggenda della boxe di Makhanda negli anni ’60, Fundisile Kid Zanta Kralo (al centro). Foto: Introduzione.

La rivincita di questa stessa partita si è svolta a Gauteng, dove il ragazzo d’oro di Makanda, Kralu, ha vinto e ha continuato a rappresentare il paese in Italia, dove sono tornati con successo. L’altra grande battaglia di Crolo fu contro il defunto Robyn “Kid Zion” Mateo nel 1974 alla Centenary Hall, New Brighton, Port Elizabeth. Questo si è trasformato in un incontro di quattro round, con Cralow che purtroppo ha perso ai punti.

Kralow non è scomparso dall’arena della boxe dopo il ritiro. Ha formato il leggendario Fundisile Boxing Club, che ha prodotto bravi pugili come Siphiwo Patosi, Tap Tap Vubela, il compianto Bulelani Ndwayana, Sakhiwo Duruwe, Ndumiso Thwathwa e Msebenzi Stofile.

READ  Live streaming Liverpool - Indagine su Jeremy Duco, rivendicata da Nicolo Parilla, link di Peter Zelensky
Fundisile “Kid Zanta” Kralo (a sinistra) e il collega ex pugile Albert “Kid Zaphule” Kotyi, fuori dalla casa di Kralo a Joza il Mandela Day, 18 luglio 2018. Foto: Lindani Donyeli.

nel 2018, Posta Grocott È stato riferito che Kralo è stato onorato da dozzine di persone nel Mandela Day per il suo eccezionale contributo alla boxe. Per tutto il giorno, i pugili dilettanti si sono spostati sul ring di fronte alla casa di Kralow. Inoltre, i volontari hanno ridipinto la casa della leggenda del pugilato, installando nuove porte e un nuovo letto e riparando la sua casa.

“Kid Zanta era uno dei pesi massimi più piccoli del paese, ma il suo ritmo di lavoro era molto alto ed era molto talentuoso. Il pubblico italiano è rimasto molto colpito dalle sue abilità nel pugilato per essere un pugile così piccolo”, ha ricordato Xonxa.

Xonxa ha anche inviato le sue più sentite condoglianze alla famiglia di Kralo. Quando ho parlato con i suoi figli, in particolare Unathi, ho spiegato loro il ruolo che il padre aveva svolto nello sviluppo della boxe, non solo qui a Makanda, ma in tutto il paese. Dovrebbero sapere quanto sia importante il loro padre per lo sport del pugilato. Non sono gli unici a perdere. “È una perdita per l’intera nazione”, ha aggiunto Zonxa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *