Mitakeumi è pronto a rinunciare a un’immagine “incoerente” con la storica promozione dell’ozeki

Chi ha più successo ozeki dell’ultimo decennio?

A partire dalle 10:00 di mercoledì mattina, la risposta a questa domanda è Mitakeumi.

In effetti, senza contare rikishi che ha continuato a raggiungere yokozuna, il leggendario lottatore Kaio è l’unico ozeki dei tempi moderni con più Coppe dell’Imperatore dell’ultimo campione di sumo.

In virtù del suo ultimo giorno di vittoria su Terunofuji, Mitakeumi è passato dalla curiosità storica – uno degli unici due non yokozuna o ozeki con più campionati – a una posizione di rilievo nella lista di tutti i tempi.

I risultati del 29enne ora si collocano accanto a quelli dell’acclamato trio ozeki Konishiki, Chiyotaikai e Tochiazuma.

Questo ultimo campionato, e la successiva promozione, sono una testimonianza della capacità dell’ultimo opportunista di sumo di cronometrare il suo titolo alla perfezione.

Molti, se non la maggior parte dei rikishi che hanno raggiunto uno dei due gradi più alti nello sport nazionale giapponese, o alzato la Coppa dell’Imperatore, lo fanno solo dopo diversi quasi incidenti e progressi graduali nel corso di diversi anni.

Mitakeumi, al contrario, è stato nelle prime due divisioni di sumo dal 2015 senza mai finire secondo in una corsa al titolo.

Notoriamente inefficace in allenamento, dove è costantemente sopraffatto dai compagni di allenamento regolari Tochinoshin e Aoiyama, 21 degli ultimi 29 tornei di Mitakeumi lo hanno visto finire nella fascia di vittorie da sette a nove.

Eppure in qualche modo il tarchiato laureato di Toyo ora si ritrova il secondo uomo più decorato attualmente attivo nello sport, e oggetto di dibattito sulla prospettiva che diventi il ​​prossimo yokozuna.

Tale discussione non si limita ai subreddit appena moderati o ai server Discord in cui i fan sfegatati del sumo compilano le loro speculazioni. Il maestro di scuderia Kasugano, ex maestro di scuderia di Dewanoumi e numerosi altri membri del mondo del sumo collegati a Mitakeumi, quando sono stati intervistati sulla scia della sua promozione a ozeki, hanno parlato della loro speranza e aspettativa che il nativo di Nagano andasse avanti e raggiungesse il grado più alto del sumo.

READ  La nuova sportiva Moto Guzzi è stata avvistata nella sessione fotografica italiana

Mitakeumi (al centro) accetta la sua promozione al secondo grado più alto di ozeki dello sport durante una cerimonia presso la scuderia Dewanoumi a Tokyo mercoledì. | KYODO

Gli ultimi quattro mesi sono stati un’incredibile svolta per un rikishi che ha ottenuto solo un record di vittorie in doppia cifra in sette tornei tra settembre 2020 e settembre 2021.

Trovare parallelismi con l’arco della carriera di Mitakeumi richiede di guardare ad altri sport.

La leggenda del calcio olandese Johan Cruyff una volta ha detto dell’attaccante italiano Filippo Inzaghi: “Guarda, in realtà non sa giocare affatto a calcio. È solo sempre nella posizione giusta”.

Inzaghi aveva capacità tecniche limitate e spesso sembrava fare molto poco per la maggior parte della partita, ma quasi invariabilmente si presentava al momento giusto per segnare gol cruciali.

Ciò che gli mancava in abilità, Inzaghi ha più che compensato nella consapevolezza della posizione e nel senso del tempismo. L’ex campione di Juventus e AC Milan ha massimizzato queste capacità e ha concluso la sua carriera pluridecorata come uno dei migliori marcatori nella storia del calcio italiano ed europeo.

Mitakeumi è probabilmente la versione sumo di Inzaghi, un opportunista estremo. I suoi titoli precedenti (a luglio 2018 e settembre 2019) sono arrivati ​​​​in tornei con due e tre yokozuna rispettivamente ritirati a causa di un infortunio.

Mentre Terunofuji potrebbe aver gareggiato fino alla fine nell’incontro di gennaio appena terminato, lo yokozuna era in cattive condizioni alla sua conclusione. Se Mitakeumi fosse stato programmato per affrontarlo nella prima settimana piuttosto che nell’ultimo giorno, il risultato sarebbe stato quasi sicuramente diverso.

Tuttavia, tali fatti non dovrebbero essere presi come una critica al più recente ozeki di sumo.

Il buon tempismo non è lo stesso di buona fortuna. Mitakeumi potrà aver avuto la fortuna di far coincidere le sue serie di vittorie con campi indeboliti, ma il veterano, nonostante tutta la sua incoerenza è uno dei migliori esponenti del suo sport attualmente attivo.

READ  Quanto riceveranno i vincitori?

In tempi recenti Tamawashi e Tokushoryu hanno dimostrato che vincere la Coppa dell’Imperatore non è fuori portata per gli operai che colpiscono una ricca vena di forma al momento giusto.

Ripetere quell’impresa in più occasioni, tuttavia, è qualcosa che solo il meglio può fare.

Prima dell’inizio della sua carriera professionale, Mitakeumi è stato anche uno dei pochissimi lottatori a guadagnare sia il titolo di yokozuna universitario che quello amatoriale di yokozuna.

L’uomo di Agematsu è stato un lottatore di sumo molto abile sin dalla prima infanzia. Piuttosto che beneficiare di un buon tempismo e di una divisione superiore indebolita, Mitakeumi sta probabilmente realizzando solo ora il potenziale che ha sempre avuto.

Inoltre, non è estraneo a fare la storia.

La promozione di Mitakeumi a ozeki lo rende il primo uomo di Nagano a raggiungere il secondo grado più alto di sumo dai tempi di Raiden nel 1795.

È anche il primo rikishi di Dewanoumi Beya a fare ozeki dai tempi di Mienoumi nel 1976.

Dewanoumi è una delle scuderie più antiche e prestigiose del sumo, avendo prodotto 12 yokozuna e dieci ozeki sin dalla sua fondazione nel 19° secolo.

Il reclutamento di Mitakeumi era di vitale importanza per Dewanoumi, poiché era caduto in tempi difficili prima della sua decisione di unirsi. Dopo il torneo di luglio 2010, la scuderia è rimasta senza a sekitori lottatore di livello per la prima volta dal 1898.

Il primo campionato di Mitakeumi nel 2018 ha anche interrotto la siccità del titolo di 38 anni per il ehi.

Parlando ai media dopo la cerimonia di promozione dell’ozeki, il suo okamisan ha chiamato Mitakeumi “Il salvatore di Dewanoumi Beya”, mentre Takasaki, oyakata del dipartimento di pubbliche relazioni della Japan Sumo Association – un ex lottatore della scuderia nato lo stesso anno in cui Mienoumi è stato promosso a ozeki – ha detto che era la prima volta da molto tempo che Dewanoumi poteva sentirsi orgoglioso della sua tradizione.

READ  Gli scacchi sono in casa QLASH

L’età e la tendenza di Mitakeumi a correre caldo e freddo rendono difficile immaginarlo fare un passo avanti a diventare solo il secondo laureato in assoluto a fare yokozuna.

Data la sua capacità di riscrivere la storia, chi avrebbe scommesso contro di lui?

In un momento di disinformazione e di troppe informazioni, il giornalismo di qualità è più cruciale che mai.
Iscrivendoti, puoi aiutarci a realizzare la storia nel modo giusto.

ISCRIVITI ORA

GALLERIA FOTOGRAFICA (CLICCA PER INGRANDIRE)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.