Miley Cyrus vuole educare Dabby dopo che ha parlato di “omofobia”, esorta le persone a non cancellarla

La cantante Miley Cyrus ha esortato le persone a non “cancellare” Dababy dopo i commenti fuorvianti del rapper sugli uomini gay e l’AIDS mentre si trovava sul palco di un festival.

Il cantante ha chiamato il rapper per “educarlo” dopo lo sfogo “anti-gay”, offrendogli di aiutarlo a capire meglio l’HIV e l’AIDS.

La star, il cui vero nome è Jonathan Lyndell Kirk, è stata presa di mira per essersi lanciata in un vile sfogo sul palco del Rolling Loud. Secondo quanto riferito, ha detto al pubblico l’affermazione errata che l’HIV e altre malattie sessualmente trasmissibili uccidono in poche settimane.

Miley ha parlato su Instagram non specificando il nome del musicista. Ha scritto: “DaBaby controlla il tuo DMS – mi piacerebbe parlare e vedere come possiamo imparare gli uni dagli altri e contribuire a creare un futuro più giusto e comprensivo!”

In una dichiarazione più lunga sui social media, Miley ha aggiunto: “Come membro orgoglioso e leale della comunità LGBTQIA+, ho dedicato la maggior parte della mia vita a incoraggiare l’amore, l’accettazione e l’apertura.

“Internet può alimentare molto odio e rabbia ed è il nucleo di una cultura della cancellazione… ma penso che possa anche essere un luogo pieno di educazione, conversazione, comunicazione e connessione.

“È più facile eliminare qualcuno che cercare perdono e misericordia in noi stessi o prenderci il tempo per cambiare i cuori e le menti”.

Ha aggiunto: “Non c’è spazio per ulteriori divisioni se vogliamo vedere continui progressi!” Sapere è potere! So che ho ancora molto da imparare! “

DaBaby è diventato virale sui social media per i suoi commenti e artisti del calibro di Sir Elton John e Dua Lipa hanno risposto ai suoi commenti. Il rapper è stato anche escluso da più festival tra cui Lollapalooza e Austin City Limits.

READ  Britney Spears libera dopo che il giudice ha posto fine alla tutela della pop star

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *