Meta è impostato per interrompere la messaggistica incrociata tra Instagram e Facebook

Meta è impostato per interrompere la messaggistica incrociata tra Instagram e Facebook

Crediti immagine: Chenot/Getty Images

Meta aggiornò silenziosamente il suo file Pagine di supporto Da indicare che l’azienda non consentirà più agli utenti di Instagram di inviare messaggi ai propri contatti Facebook.

L’azienda, ha osservato 9to5GoogleHa detto che la funzione verrà chiusa a metà dicembre, senza specificare una data.

La pagina di supporto rileva che sebbene non sarai in grado di avviare nuove conversazioni su piattaforme, le tue conversazioni esistenti su Instagram diventeranno di sola lettura.

Il colosso dei social media ha introdotto per la prima volta la messaggistica multipiattaforma nel 2020. Tre anni dopo, dopo aver aggiunto funzionalità come la chat di gruppo lungo il percorso, la società sta chiudendo la funzionalità senza troppi clamori.

Meta non ha fornito un motivo specifico per interrompere la funzionalità di messaggistica multipiattaforma. Il Digital Markets Act (DMA) dell’Unione Europea richiede che le app di messaggistica di grandi dimensioni siano interoperabili tra loro.

A settembre, WABetaInfo ha riferito che WhatsApp, di proprietà di Meta, aveva iniziato a lavorare su una funzionalità di interoperabilità quando il blog aveva individuato una schermata di “chat di terze parti”.

Ad agosto, il colosso dei social media aveva dichiarato che intendeva attivare la crittografia end-to-end per gli utenti di Messenger per impostazione predefinita entro la fine dell’anno. All’epoca, Rob Sherman, vicepresidente della privacy di Meta, disse che anche i messaggi diretti di Instagram avrebbero ottenuto una protezione crittografica end-to-end una volta completata l’implementazione di Messenger. La società non ha commentato immediatamente se l’interruzione della messaggistica multipiattaforma fosse correlata a questo sviluppo.

Separatamente, Meta ha anche accettato di rivedere il proprio centro account per consentire agli utenti un maggiore grado di controllo sulle attività tra i siti, sulla base delle indicazioni dell’autorità antitrust tedesca di giugno.

READ  Come riscattare i codici per premi di gioco gratuiti e altro ancora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *