“Martin Eden” di Jack London ottiene un adattamento italiano

Guarda compagno

“Jack London” (1943)

Wolf’s Mouth (2009)

Jack London’s American Adventure (2016)

Jack LondonIl romanzo semi-autobiografico di Martin Eden del 1909 ha ispirato l’inizio di un nuovo film italiano flusso Venerdì fino a Keno Lorber E il Cinema digitale in palestra.

Ho un rapporto personale con Jack London e in particolare Martin Eden. Questo era probabilmente il libro preferito di mio padre e mi parlava costantemente quando ero più giovane. Mio padre si descriveva come un giovane delinquente che voleva lasciare la scuola, ma suo zio lo conosceva di letteratura e la collegava a Londra, in particolare alla storia di un giovane che scopre un nuovo mondo attraverso i libri. Penso che questo libro abbia contribuito a cambiare la vita di mio padre con la sua passione per la lettura e gli interessi sociali. Ma il libro – avviso spoiler – è tragico e così mio padre ha riscritto il finale in modo da poter immaginare qualcosa di meglio per i personaggi che ama.

Mio padre è morto l’anno scorso e quando ho visto questo nuovo film, ho subito pensato a mio padre ea quanto avrei voluto che avesse potuto vederlo perché cattura l’amore di Martin per la conoscenza e per i libri in un modo che sono sicuro sarà apprezzato. La scena in cui Martin annusava le pagine di un vecchio libro è qualcosa a cui qualsiasi amante dei libri può relazionarsi. Mi rendo conto che ora potrebbe esserci una generazione che raramente tiene un libro tra le mani, quindi ti incoraggio a prendere un vecchio libro almeno una volta e tatuare le pagine, è davvero bello.

Dal momento che Londra mi ha sempre colpito come uno scrittore americano per eccellenza, sono entrato in questo adattamento italiano di Martin Eden curioso di sapere come il materiale si è tradotto sia in un altro paese che in un periodo più contemporaneo.

READ  Gara semifinale tra Stati Uniti e Italia Streaming online, programma, coordinamento e altro - Daily Movie

Ma il regista Pietro Marcello ha fatto un lavoro impressionante catturando il cuore e l’anima del libro. Il personaggio del titolo è un giovane marinaio (interpretato con carisma da Luca Marinelli) che desidera ardentemente conoscenza e miglioramento. Alla fine ha deciso di diventare uno scrittore fornendo quello che chiama “uno degli occhi attraverso i quali vede il mondo”. Quando salva un ragazzo ricco dal pestaggio, conosce la famiglia Orsini e la loro figlia Elena (Jessica Chrissy), di cui si innamora subito e appassionatamente. Ma le loro differenze di classe hanno dato loro prospettive diverse sul mondo.

Il co-regista e scrittore Marcelo ha realizzato documentari sulla classe lavoratrice e sulle persone emarginate in Italia. Le loro esperienze indicano anche il suo primo film narrativo.

Dice nelle note alla stampa: “Martin Eden racconta la nostra storia, la storia di persone che non sono state istruite dalle loro famiglie oa scuola, ma che erano per strada. È la storia degli autodidatti e di coloro che hanno creduto nell’istruzione come strumento di liberazione, ma in qualche modo lo hanno deluso. E scavalcando questa prima lettura, Martin Eden non solo racconta la storia di un giovane proletario che si innamora di una giovane donna di una classe sociale superiore e inizia a sognare di diventare uno scrittore, ma dipinge anche il quadro di un artista di successo (un enigmatico autoritratto dello stesso Jack London), che perde inevitabilmente il senso della sua arte. Abbiamo interpretato liberamente il romanzo di Londra e preso Martin Eden come un murale che anticipava le deviazioni e le sofferenze del XX secolo, oltre ai suoi temi critici: il rapporto tra l’individuo e la società, il ruolo della cultura di massa e la lotta di classe.

READ  Film biblici che attraversano un secolo di cinema italiano - Phra Nui

C’è una scena meravigliosa (decenni fa da quando ho letto il libro, non sono sicuro che fosse una scena scritta da Londra) in cui Martin guarda il suo piatto di pasta e si riferisce alla salsa come povertà e poi asciuga ogni salsa con un pezzo di pane che dice rappresenta l’educazione. Il suo punto di vista è che la povertà scompare con l’istruzione. Ovviamente scopre che non è così semplice, ma il suo desiderio che sia vero e che le persone possano migliorare le loro vite sta alimentando gran parte del film.

Marcelo ha creato un film ambientato in un’Italia moderna e indistinguibile dove troviamo riferimenti e dettagli di un periodo che a volte sembrano incoerenti in senso puramente storico ma si sentono corretti nel flusso emotivo della storia di Martin. Marcelo lavora su filmati di archivio specifici di personaggi reali come l’anarchico Erico Malatesta, nonché vecchi ritratti meno specifici di marinai e navi, e infine quelli che sembrano essere filmati domestici che riflettono la giovinezza di Martin. Mentre le foto d’archivio radicano il film in un mondo molto reale, il modo in cui Marcelo lo incorpora nel film ha un delizioso senso della poesia. Questo è un film che vuole trasmettere sia il potere del mondo reale, ma anche i sogni e l’ideologia del suo personaggio. Adoro il fatto che Marcelo possa fondere perfettamente questi elementi apparentemente incompatibili in un modo che ci spinge nella vita di Martin.

Questo paradosso è anche al centro del libro di Londra. Come qualcuno che si è identificato come socialista, Londra ha dovuto fare i conti con il suo grande successo come scrittore, il successo che gli ha permesso di entrare nei ranghi più alti della società che in precedenza lo avevano tenuto lontano. La sua lotta per conciliare i suoi ideali politici con il successo personale ha portato in parte alla scrittura di “Martin Eden”, in cui il personaggio del titolo è disilluso dal mondo e con se stesso e precipita nella disperazione. Penso che mio padre, da giovane, abbia approfittato della speranza e dei sogni nella prima parte del libro e in seguito abbia imparato ad apprezzare la complessità del romanzo. Il film di Marcelo ci permette di sentire questa stimolante passione iniziale così come la tarda disperazione per lasciar andare la tristezza agonizzante.

READ  Il marchio alberghiero più famoso al mondo aprirà 8 nuove proprietà entro il 2022

Martin Eden è un film pieno di emozioni, politica, romanticismo, tragedia, intimità e spazzata epica. Penso che conoscere meglio la scena politica italiana dovrebbe aiutare a staccare alcuni strati del film, ma anche senza che Martin Eden si dimostri convincente e influente.

Logo di notizie radio

Ascolta questa storia Beth Accomando.

Podcast in primo piano

San Diego News è ora un marchio di podcast

Notizie di San Diego quando vuoi e dove vuoi. Ricevi storie locali su politica, istruzione, salute, ambiente, confini e altro ancora. Nuovi episodi pronti per le mattine dei giorni feriali. Ospitato da Anika Colbert e prodotto da KPBS, San Diego, NPR e PBS nella contea imperiale.

Foto di Beth Accomando

Beth Accomando

Reporter di arte e cultura

Citazioni di aperturaQuotazioni di chiusuraMi occupo di arte e cultura, dal Comic-Con all’opera, dall’intrattenimento popolare alle belle arti, dagli zombie a Shakespeare. Mi interessa andare dietro le quinte per esplorare il processo creativo; Vedere come la cultura popolare riflette le questioni sociali; Fornire un contesto per l’arte e l’intrattenimento.

Per visualizzare i documenti PDF, Scarica Acrobat Reader.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *