Mario Balotelli torna in Italia: Roberto Mancini organizza la reunion di Super Mario in vista delle qualificazioni ai Mondiali UEFA

Getty Images

Il ritorno di Mario Balotelli. Roberto Mancini ha convocato trentacinque giocatori per la tre giorni di prova che si svolgerà al centro sportivo di Coverciano dal 26 gennaio e Balotelli è senza dubbio il nome più sorprendente della sua rosa.

Il 31enne Balotelli è tornato in nazionale dopo tre anni di assenza dall’ultima convocazione – 61 minuti da titolare contro la Polonia nel settembre 2018. È stata la prima partita dell’Italia con Mancini nella prima in assoluto Edizione di serie A. Lega delle nazioni europee. Il prossimo marzo, l’Italia affronterà per prima in casa la Macedonia del Nord nelle semifinali delle qualificazioni UEFA, con la vittoria in trasferta contro Portogallo o Turchia per un posto ai Mondiali del 2022 in Qatar. Mancini ha ora un disperato bisogno di trovare nuove soluzioni per evitare un’altra enorme delusione dopo che l’Italia non è riuscita a qualificarsi per la Coppa del Mondo 2018 in Russia.

I due hanno sempre avuto un rapporto speciale fin dai tempi all’Inter e poi al Manchester City, dove hanno vinto la Premier League nel 2012, aiutando il famoso attaccante italiano nella vittoria finale di Sergio Aguero contro il Queens Park Rangers nell’ultima partita. In quella meravigliosa stagione.

Mancini negli anni ha sempre elogiato Balotelli, pur essendo ben consapevole che il livello delle prestazioni sul campo di Balotelli nelle ultime stagioni non è stato sufficiente per poter chiamare in Nazionale. Ora, Balotelli si vede convocato dal suo mentore per la seconda volta da quando ha avuto un’occasione d’oro a marzo per guidare gli Azzurri, svantaggiati in Coppa del Mondo, alla loro prima qualificazione dal Brasile 2014.

READ  La Ghia 1500 GT del 1967 è una rara coupé sportiva italiana

L’attaccante attualmente gioca per l’Adana Demirspor in Turchia, dove ha segnato nove gol in 21 partite, sufficienti per portare la squadra al quarto posto nella Süper Lig. Prima ancora, è stato in seconda divisione italiana con il Monza e con la squadra locale del Brescia. Entrambe le esperienze in casa non sono state positive dopo i suoi periodi a Nizza e Marsiglia.

Roberto Mancini ha chiamato anche altri nomi interessanti per il processo, tra cui il giovane difensore dell’Atalanta Giorgio Scalvini (18), il centrocampista del Sassuolo David Frattisi (22) e l’attaccante brasiliano del Cagliari Joao Pedro (29), che nei mesi scorsi ha ottenuto il passaporto italiano in la speranza di ottenerlo finalmente. Giocare con l’azzurro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.