Lucky Loser: come il numero 150 del mondo è ora in cima al sorteggio degli Australian Open con Djokovic rimosso

Il perdente più fortunato dello sport: come il numero 150 del mondo è ora un estraneo in cima al sorteggio degli Australian Open quando Novak Djokovic è stato retrocesso – e come non ha mai sognato di giocare a tennis

  • L’italiano che voleva essere un pilota di Formula 1 sta ora facendo notizia nei notiziari del tennis
  • È diventato professionista nel 2010 e ha raggiunto il massimo grado professionale n. 76 nel 2020
  • I suoi guadagni in carriera sono buoni, ma è un piccolo cambiamento rispetto a quello di Djokovic


Salvatore Caruso sognava da tempo il successo sportivo a Melbourne, ma sperava che sarebbe stato sul circuito di Formula 1 ad Albert Park, e non sul campo degli Australian Open.

Lo sconosciuto italiano che sognava di essere un pilota di Formula 1 è stato portato alla luce come sostituto nel sorteggio degli Australian Open per la staffetta Novak Djokovic.

Dopo aver sentito il nome Salvatore Caruso, molti hanno pensato “Non era un cantante d’opera?” No, quello era Enrico Caruso.

Salvatore è il tennista numero 150 al mondo, diventato professionista nel 2010 dopo che le sue ambizioni in Formula 1 sono svanite.

Salvatore Caruso sembra dichiararsi in cima al mondo e, perché no, è appena arrivato agli Australian Open perché Novak Djokovic è stato espulso dall’Australia

Caruso è entrato nel tabellone principale come “perdente fortunato” per sostituire Djokovic agli Australian Open dopo che il visto del serbo è stato revocato per la seconda volta ed è tornato in Europa.

READ  "Missione completata", dice Jake dopo che Bulls ha messo a fil di spada Zipper

L’italiano, che all’inizio del mese stava giocando un evento satellite a Bendigo, ha raggiunto la fase finale delle qualificazioni aperte, ma ha perso 6-4 6-3 contro il giapponese Taro Daniel.

E questo era solitamente il caso di Caruso. Imposta e abbina il gioco. Veneto.

Ma sapeva che se Djokovic fosse stato portato via e non sostituito nel torneo, sarebbe stato l’uomo ad incassare con uno slot nel tabellone principale.

Adesso Caruso si ritrova in una posizione eccezionale per giocare in campo lunedì sera.

E poiché il destino sarà così, sta giocando con il connazionale serbo Miomir Kekmanovic, che ha detto che lui e il suo connazionale proveranno a vendicare Djokovic con una buona prestazione a Melbourne.

“(I giocatori) con cui ho parlato hanno convenuto che questa era una sciocchezza che non sarebbe mai dovuta accadere”, ha detto lunedì Kikmanovic.

È stato trattato ingiustamente dai politici. Non giocare è una grande perdita per questo sport.

Caruso è diventato professionista nel 2010 e ha raggiunto il grado più alto della carriera con il numero 76 alla fine del 2020.

Novak Djokovic (nella foto a sinistra con la maglia di Novak Djokovic) e il nazionale serbo Miomir Kikmanovic, che avrebbe affrontato al primo turno degli Australian Open se non gli fosse stato revocato il visto

Novak Djokovic (nella foto a sinistra con la maglia di Novak Djokovic) e il nazionale serbo Miomir Kikmanovic, che avrebbe affrontato al primo turno degli Australian Open se non gli fosse stato revocato il visto

Il tennista serbo Novak Djokovic entra nell'aeroporto di Melbourne prima di salire a bordo di un aereo, dopo che un tribunale federale ha confermato una decisione del governo che gli revocava il visto per giocare agli Australian Open, a Melbourne, Australia, 16 gennaio 2022

Il tennista serbo Novak Djokovic entra nell’aeroporto di Melbourne prima di salire a bordo di un aereo, dopo che un tribunale federale ha confermato una decisione del governo che gli revocava il visto per giocare agli Australian Open, a Melbourne, Australia, 16 gennaio 2022

Il suo premio in carriera è di $ 171.8446 (AUD $ 2,38 milioni). Non male in alcun modo, ma più di un semplice cambiamento per artisti del calibro di Djokovic.

READ  Tour de France 2021: le autorità francesi aprono un'inchiesta sulle accuse di doping contro Bahrain-Victorius

Almeno Caruso raccoglierà $ 103.000 come perdente al primo turno a Melbourne Park.

Il numero tre del mondo Alexander Zverev interpreterà Daniel Altmaier alla Rod Laver Arena lunedì sera dopo la faida numero 1 al mondo di Ash Party con Lesia Tsurenko.

Salvatore Caruso prende un po' di sole in vista della manche degli Australian Open

Salvatore Caruso prende un po’ di sole in vista della manche degli Australian Open

Salvatore Caruso d'Italia torna a Kei Nishikori del Giappone durante la loro partita a Flushing Meadows, New York, USA, 31 agosto 2021

Salvatore Caruso d’Italia torna a Kei Nishikori del Giappone durante la loro partita a Flushing Meadows, New York, USA, 31 agosto 2021

Christian Garin, Gael Monfils, Lorenzo Sonego, Cam Nuri e Sam Querrey sono tra i giocatori che potrebbero trarre vantaggio dall’uscita di Djokovic, visto che affronteranno il 20 volte vincitore del Grande Slam.

Matteo Berrettini sarebbe il più grande beneficiario di sempre se salisse al livello della sua settima testa di serie, con l’assenza di Djokovic che si fa strada verso le semifinali molto più agevolmente.

Ma gli australiani amano gli sfavoriti e Caruso potrebbe essere il più grande sfavorito di sempre agli Australian Open.

La reazione dei sostenitori di Djokovic fino all’espulsione

Suo padre, Srdjan Djokovic: Il tentativo di omicidio del miglior atleta del mondo è finito, 50 proiettili nel petto di Novak – dopotutto, sta dando supporto a un diciassettenne, quindi Noel, amico, fratello, ci vediamo a Parigi”.

Il presidente serbo Aleksandar Vucic: Ho visto negli inutili procedimenti giudiziari quanto ha mentito l’accusa.

Semplicemente mentono. Dicono che in Serbia ci siano meno del 50% delle persone vaccinate e che il numero sia ufficialmente del 58%.

Non dimenticare che questo è più alto che in molti paesi dell’UE. Questo era un argomento inutile, ma è possibile nelle esibizioni di Orwell.

READ  Lo spoiler italiano di Paul Gascoigne lascia gli spettatori con i punti di sutura mentre subisce una scivolata imbarazzante

La star del tennis francese Alize Cornet: Quello che so è che Novak è sempre il primo a stare al fianco dei giocatori. Nessuno di noi stava con lui. Sii forte.’

Nick Kyrgios: Pubblicando l’emoji “facepalm” dopo la sentenza, è stato schietto su quanto male avesse trattato Djokovic, pensava

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.