“Bravo giocatore” Harry Winks impressiona Antonio Conte al Tottenham





© AFP tramite Getty Images
Harry fa l’occhiolino

Harry fa l’occhiolino Avrebbe potuto fare un grande passo verso la conquista di un nuovo presidente Antonio Conteche ha descritto il centrocampista come un “giocatore davvero bravo” dopo la sua esibizione contro il Liverpool.

Con Pierre-Emile Hogberg assente e Oliver Skipp in panchina, a Winks è stato affidato il suo primo avvio in Premier League sotto l’italiano. Ha fatto il miglior giocatore della partita in un 2-2.

Il futuro del 25enne sembrava in dubbio ed è stato congelato sotto Nuno Espirito Santo, anche parlando della sua mancanza di tempo di gioco e suggerendo che la prossima finestra di trasferimento potrebbe aver visto la sua mossa.

Conte ha promesso di valutare tutti i suoi giocatori prima del prossimo mese e i Winks potrebbero rivelarsi un punto.

“Penso che la prestazione sia buona”, ha detto, “ma non avevo dubbi al riguardo”. “Harry Winks lavora sodo. Mi ha impressionato negli allenamenti per il suo impegno, volontà e voglia. Penso che sia davvero un buon giocatore.

Quando giochiamo così, con questa formazione, con un numero quattro davanti ai tre difensori, penso che sia molto, molto buono. Molto bene.

“Buona prestazione da parte sua e Dele ha fatto una buona partita”.

È stata anche la mia prima partenza in Premier League sotto Conte e questa settimana ci sono state segnalazioni secondo cui al 25enne sarebbe stato permesso di partire in prestito a gennaio.

La sua prestazione è stata rovinata dalla mancanza di un’occasione d’oro nel primo tempo, ma nel complesso è stata una buona prova.

“Dele, se giochiamo 3-5-2, è un centrocampista fisicamente buono, forte fisicamente, buona tecnica e buona penetrazione perché ha la giusta capacità di attacco”, ha detto Conte. “Ha avuto possibilità di segnare ma una buona prestazione.

READ  L'Inter è in trattative avanzate con il Benfica per Joao Mario legato allo Sporting Lisbona, riportano i media italiani

“Anche Ryan se ne andrà. So che se vogliamo migliorare, se vogliamo migliorare, devo migliorare ogni singolo giocatore che abbiamo. È l’unico modo, l’unico modo che dobbiamo fare.

“So che se miglioriamo ogni giocatore, miglioriamo il livello di questa squadra. Altrimenti sarà molto difficile essere competitivi”.

Dalle notizie alla politica, dai viaggi allo sport, dalla cultura al clima – The Independent offre una gamma di newsletter gratuite per soddisfare i tuoi interessi. Per trovare le storie che vuoi leggere e altro, nella tua casella di posta, tocca qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *