L’interno di Windows 11 è sorprendentemente grezzo e incompleto

Ingrandisci / L’impostazione di Windows 11 su uno dei suoi temi scuri attenua anche lo sfondo dell’app Impostazioni, ma non lo sfondo della maggior parte delle app tradizionali, come Resource Monitor.

Jim Salter

Microsoft ha reso disponibili le prime build di Windows 11 tramite il programma Windows Insider nella settimana successiva al loro primo annuncio importante e abbiamo trascorso alcune ore a dare un calcio alle finestre. Quando Windows 11 verrà rilasciato pubblicamente, sarà probabilmente un buon sistema operativo, ma in questo momento è un pasticcio grezzo e incompiuto.

Naturalmente, questa non è una sorpresa: Windows 11 è ancora disponibile solo nel canale Dev del Programma Insider. I tre canali Insider sono Release Preview, Beta e Dev; Dev è approssimativamente compatibile con il software alpha e Microsoft stessa lo descrive come “codice più recente”, con “spigoli irregolari e una certa instabilità”.

Viene aggiornato solo Windows 11 (per ora)

La prima delusione che abbiamo avuto con Windows 11 è stata sconcertante: non è stato (ancora) possibile installarlo in modo pulito come nuovo sistema operativo. Per installare Windows 11 Build 22000.51, devi iniziare installando Windows 10 completamente patchato e aggiornato, quindi Volo Nel canale Dev, quindi Alzando il livello di a Windows 11 tramite Windows Update. (Se non stai già utilizzando Windows 10 20H2 o versioni successive, dovrai prima eseguire questo aggiornamento.)

Non abbiamo avuto problemi reali nell’aggiornare una macchina virtuale Windows 10 ben utilizzata o una nuova di zecca, ma sconsigliamo vivamente di eseguire l’aggiornamento a Windows 11 su una macchina virtuale o una macchina che è importante per te, a meno che tu non abbia un modo infallibile per ripristina la fiducia in entrambi e sei pronto per l’uso. Sebbene una delle nostre VM demo sia un “driver quotidiano” su cui facciamo affidamento, si trova sopra il set di dati ZFS e abbiamo eseguito uno snapshot manuale prima dell’aggiornamento, per un facile rollback.

Ironia della sorte, il primo sguardo che chiunque ha su Windows 11 stesso ora è il temuto BSOU (Blue Screen of Updates) – dopo aver spostato la VM di Windows 10 sul Dev Channel e un download molto veloce, si è riavviato. Durante il riavvio, riceviamo il solito messaggio “Non spegnere il computer”, ma è in un nuovo carattere e forse in una tonalità leggermente diversa dello sfondo blu.

Sebbene il download iniziale in Windows Update si concluda molto rapidamente, la fase di “lavorare sugli aggiornamenti” non è finita. Questa fase ha richiesto circa un’ora su ciascuna delle VM Windows 10 che abbiamo aggiornato: una ben utilizzata, una nuova di zecca.

Alfa significa alfa

Non ci è voluto quasi tempo per trovare il primo e il secondo errore errato di Windows 11: il risolutore DNS era rotto in modo strano e incoerente e anche la finestra di configurazione della rete nelle impostazioni era disabilitata.

Puoi vedere i problemi del risolutore DNS nella prima schermata sopra. Possiamo ping 8.8.8.8—Il provider DNS anycast di Google di Google — nessun problema, quindi sappiamo che la connessione pubblica è buona sia dentro che fuori la rete locale. ma tentativi ping google.com FALLIRE! La confusione peggiora quando la usiamo nslookup Per interrogare direttamente il nostro server DNS, risponde bene alle nostre domande. Comunque ci provi ping Il nome host stesso fallisce direttamente, come nel caso della maggior parte dei tentativi di navigazione utilizzando Edge o Chrome.

Il secondo errore si è verificato durante il tentativo di risolvere il primo: il tentativo di impostare una configurazione dell’indirizzo IP direttamente utilizzando la finestra di dialogo delle impostazioni di Windows 11, è fallito miseramente, con un messaggio criptico per “controllare una o più impostazioni e riprovare”. Non c’è niente di sbagliato nelle impostazioni: la finestra di dialogo è semplicemente interrotta. Prossima domanda: il pannello di controllo è ancora lì?

Fortunatamente, il Pannello di controllo non è stato rimosso in Windows 11 e la finestra di dialogo di configurazione della scheda di rete funziona come previsto. Sfortunatamente, ciò non ha risolto il problema DNS originale, che si è rivelato essere un conflitto tra Windows 11 e il driver di rete VirtIO che stiamo utilizzando.

La modifica della scheda di rete VM per emulare l’Intel e1000 ha risolto il problema DNS, come, abbastanza divertente, lasciare la NIC come VirtIO e utilizzare il server DNS dall’altra parte del tunnel WireGuard. (WireGuard ha la sua NIC virtuale, quindi tecnicamente non stiamo usando la scheda di rete “reale” per accedere al server DNS sul lato opposto del tunnel.)

Nel corso della settimana o giù di lì abbiamo giocato con Windows 11 abbiamo anche bloccato l’intera VM e chiesto più volte un hard reset. Abbiamo già detto che questo è ancora un programma alfa e nessuno dovrebbe ancora eseguire nulla di cui si preoccupa?

READ  La cronologia esatta degli arrivi della serie Redmi Note 10 e dei suoi quattro modelli viene ora filtrata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *