Liam Neeson condivide i suoi pensieri su un nuovo film “Made in Italy”

Undici anni dopo la morte improvvisa dell’attrice Natasha Richardson, suo marito, Liam Neeson, ha ritrovato il figlio guarito di nuovo nel loro primo film insieme, Made in Italy.

Il film viene mostrato su richiesta su varie piattaforme di trasmissione venerdì e si incentra su un padre e un figlio separati che cercano di ristrutturare una casa toscana ereditata dalla sua defunta moglie.

Natasha Richardson, star di film come The Parent Trap, è morta all’età di 45 anni dopo aver subito una grave lesione cerebrale in un incidente di sci in Canada nel 2009.

Lo scrittore e regista James Darcy ha scritto la sceneggiatura prima della morte di Richardson e quando l’ha inviata a Neeson, è stato piuttosto spaventoso.

“Ho pensato che avremmo potuto ricevere una nota molto offensiva che diceva: ‘Come osi inviare un messaggio del genere? In realtà, era l’esatto opposto. “Ha davvero risposto personalmente”, ha detto Darcy.

Neeson ha suggerito che il suo figlio nella vita reale fosse scritturato nel film, ma voleva assicurarsi che Richardson fosse protetto.

“E ‘un bellissimo giovane che ha avuto un terribile trauma per 10 anni. Non volevo che fosse traumatizzato di nuovo durante la realizzazione del film”, ha detto Neeson.

Il film è pieno di romanticismo, commedia e un messaggio di speranza – che Neeson spera aiuterà le persone durante lo stress della pandemia di coronavirus.

“È importante che diciamo che ci siamo reciprocamente. Dobbiamo aiutarci a vicenda.” – Reuters

READ  La gente pensa che Drake colpisca i compagni di squadra di LeBron James Jr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *