L’esperto canadese ha elogiato l’abilità anti-tracciamento di Apple

Una mela Il capo di una società canadese di sensibilizzazione alla sicurezza ha elogiato la nuova capacità di anti-tracking.

Come promesso all’inizio di quest’anno, il rilascio di iOS 14.5 di lunedì per iPhone e iPad include una funzionalità chiamata Trasparenza del monitoraggio delle applicazioni (ATT), che richiede alle app di chiedere agli utenti se desiderano essere tracciati su altre app e siti web. Molti siti e servizi affermano che il monitoraggio consente loro di offrire annunci mirati. Ma molti critici della privacy descrivono il monitoraggio nella sua forma più lieve come un processo fastidioso e, nella sua forma più grave, un potenziale rischio per la privacy.

Ma David Shipley, presidente di Fredericton, NB e Beauceron Security, chiama ATT l’idea “colossale”.

“Penso che dovrebbe essere imposto dal governo quando riformeranno le nostre leggi sulla privacy”, ha detto in un’intervista. Questo dovrebbe applicarsi a tutto. Non dovrebbe avvantaggiare solo coloro che sono abbastanza ricchi da permettersi i dispositivi Apple e possono permettersi la privacy. Questo è il tipo di diritto che tutti dovrebbero avere “.

ATT è stato annunciato come funzionalità imminente il 28 gennaio e fa parte dell’impegno di Apple per aumentare la capacità degli utenti di controllare i propri dati. È iniziato nel 2020 con iOS 14, che ha costretto gli sviluppatori di app ad aggiungere una cosiddetta “etichetta feed privata” alle descrizioni delle loro app, fornendo maggiori informazioni se i dati personali raccolti dalle loro app sono stati utilizzati per tracciare l’attività di una persona su altri siti web e altre app.

ATT fa un ulteriore passo avanti, richiedendo agli sviluppatori di mostrare una schermata che consenta agli utenti di annullare l’iscrizione al monitoraggio.

READ  Google sta migliorando l'esperienza in auto con Android Auto

Apple fornisce questo esempio di come dovrebbe apparire una schermata ATT

Come indica un articolo su Forbes, ATT può significare la fine dell’identificatore per gli inserzionisti (IDFA), Che molte app utilizzano per il monitoraggio.

Diverse società di social media, in particolare Facebook, sono state apertamente oppositori di ATT. Così sono alcune piccole imprese online che affermano di fare affidamento su annunci mirati per sopravvivere.

Shipley ignora le loro preoccupazioni.

Ha citato una citazione del magnate dei supermercati statunitense John Wanamaker, che ha detto: “Il 50% dei soldi che spendiamo per la pubblicità è sprecato. Il problema è che non so quale 50%”.

Shipley ha contestato i commenti che indicano che IDFA sta effettivamente prendendo di mira le persone con gli annunci giusti e che la rimozione dei metodi di tracciamento tradizionali danneggerebbe l’attività.

“Non c’erano sufficienti ricerche per mettere alla prova l’efficacia di questi annunci. Possiamo determinare se potevano essere scelti come target da dati demografici esatti? Certamente. Hanno fatto la differenza rispetto agli annunci generici che non si basano su un monitoraggio così intimo?”

“Non accetto apparentemente che (ATT) sia garantito per danneggiare le aziende. Se le persone vogliono essere prese di mira, dovrebbero avere questa opportunità. Se non lo fanno, non dovrebbero”.

Ha detto che ATT potrebbe avere un effetto collaterale positivo nel rendere le aziende meno dipendenti dalla pubblicità digitale e spingerle di nuovo nel marketing che potrebbe raggiungere il pubblico in modi più efficaci.

Come prova, ha citato articolo Sulla risposta del New York Times al regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) dell’Unione europea. L’editore ha bloccato tutti gli acquisti di annunci di scambio aperto sulle sue pagine europee oltre al targeting comportamentale. Invece, si è concentrato sul targeting contestuale e geografico. Un funzionario dell’azienda ha dichiarato nel 2019 che le entrate pubblicitarie non sono diminuite.

READ  Volition Games, sviluppatore di Saints Row, è stato chiuso

Forbes riferisce che Apple ha creato una tecnologia pubblicitaria per preservare la privacy con cui sostituire IDFA SKAdNetwork, Che indica allo sviluppatore quante volte un utente ha installato un’app dopo aver visto un annuncio e Misura i tuoi clicCiò dimostra l’effetto degli annunci sull’indirizzare gli utenti a siti Web senza farvi riferimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *