La temperatura perfetta per montare la panna, secondo la scienza

La temperatura perfetta per montare la panna, secondo la scienza

Panna montata nel frullatore – Candice Bell/Shutterstock

preparare Panna montata fatta in casa È come un trucco di magia: trasformare una densa crema al burro in un arioso mucchio di lanugine che si scioglie in bocca. E poiché non esiste alcun sostituto per la consistenza, è un trucco che ogni pasticciere dovrebbe padroneggiare. Voi Non hai bisogno di molti strumenti Ed è solo un ingrediente, ma per ottenere il miglior risultato è necessario un consiglio fondamentale: la panna deve essere refrigerata, più precisamente, a una temperatura inferiore a 50 gradi Fahrenheit, per ottenere un'ottima panna montata.

La panna contiene grappoli di particelle di burro sospese in un liquido e il processo di montatura li rompe e spinge l'aria tra di loro. Grappoli freddi di molecole di grasso si uniscono per mantenere l'aria in posizione, ma se riscaldi la panna, il grasso del burro si scioglie e non può più contenere le bolle. Questo processo di fusione inizia a verificarsi a una temperatura superiore a 50 gradi Fahrenheit, motivo per cui la crema al di sotto di quel punto è la migliore.

Per saperne di più: Spiegazione di 30 tipi di torte

Raffredda tutto bene per la migliore frusta

Panna montata con fragolePanna montata con fragole

Panna montata alle fragole – Debesmirnov/Getty Images

Assicurarsi che la panna sia fredda è un ottimo primo passo per ottenere la migliore panna montata. Il tuo frigorifero dovrebbe comunque mantenere gli alimenti a 40 gradi Fahrenheit, ma non tirare fuori il cartone troppo presto durante la preparazione e dimenticartene. Se ce l'hai, o se la tua cucina è calda, è una buona idea refrigerare la ciotola e montarla per garantire che la crema rimanga bella e fredda.

READ  I gelatieri su piccola scala si leccano secondo le regole del caseificio dell'Ontario

Quindi cosa succede se provi a montare una panna che supera i 50 gradi? Dovrai lavorare di più, innanzitutto, montando più a lungo per introdurre bolle d'aria nella panna, il che crea l'ulteriore problema di surriscaldare l'intero progetto. La panna montata risultante non conterrà molta aria, quindi il risultato sarà più denso e meno soffice. I globuli di grasso rinfrescanti che trattengono l'aria mantengono al loro posto anche gli ingredienti acquosi, quindi la panna montata più calda avrà una consistenza granulosa. Raffreddare la crema fa una grande differenza e non richiede molta pianificazione: ricorda solo di non togliere la crema troppo presto quando prepari il prossimo lotto!

Leggi il Articolo originale sul tavolo di degustazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *