La sonda solare Parker completa l’oscillazione senza precedenti del sole

La sonda solare Parker della NASA ha recentemente completato il suo decimo approccio al Sole il 21 novembre, a 5,3 milioni di miglia (8,5 milioni di km) dalla superficie del Sole. Ha completato questa oscillazione a una velocità impressionante e un record spaziale che impiegherebbe meno di un’ora per raggiungere la Luna dalla Terra.

Parker Solar Probe si trova in 10 delle 24 orbite pianificate, gradualmente più vicine il Sole. Il veicolo spaziale, che è stato costruito e utilizzato presso il Johns Hopkins Laboratory of Applied Physics a Laurel, nel Maryland. È stato lanciato il 12 agosto 2018.

L’avvicinamento più vicino, noto come perielio, è avvenuto alle 4:25 EDT (8:25 UTC), con Parker Solar Probe che si muoveva a 364.660 miglia all’ora (586.864 km/h). È anche una distanza record percorsa e l’evento ha segnato il punto centrale del decimo incontro solare della missione. La missione è iniziata il 16 novembre ed è durata fino al 26 novembre.

Parker Solar Probe si trova il 10 del 24 e ruota gradualmente attorno al Sole. Il veicolo spaziale, costruito e gestito presso il Johns Hopkins Applied Physics Laboratory a Laurel, nel Maryland, lanciato il 12 agosto 2018. Credito: NASA/Johns Hopkins APL

Il La navicella è entrata nel confronto in condizioni igieniche, con tutti i suoi sistemi che funzionano normalmente.

Sonda solare Parker È previsto il ritorno di nuovo con gli operatori di missione presso il Johns Hopkins Laboratory of Applied Physics a Laurel, nel Maryland, il 24 novembre.

Il Navicella spaziale Trasmetterà i dati scientifici dell’incontro. Questi dati riguarderanno principalmente le caratteristiche e la struttura del vento solare e dell’ambiente polveroso vicino al Sole – di ritorno sulla Terra dal 23 dicembre al 23 gennaio. 9.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.