La NASA testa il telescopio spaziale James Webb prima del lancio

Qui, il tecnico di Ball Aerospace Larkin Carey può essere visto rimuovere il “copriobiettivo” di Webb dal sottosistema Aft Optics che ha mantenuto puliti gli strumenti sensibili dell’osservatorio, privi di contaminanti e protetti dalla luce diffusa durante tutto il processo di integrazione e test. NASA / Chris Jenn

Il travagliato James Webb Telescope ha subito una lunga serie di ritardi, ma è finalmente vicino al lancio, con il recente completamento di diverse pietre miliari nel suo ultimo round di test. La NASA sarà il successore del telescopio Hubble e una volta lanciato in orbita studierà tutto da ل pianeti esterni per buchi neri.

Il telescopio ha ora raggiunto tre pietre miliari nel suo ultimo ciclo di test prima del suo lancio previsto entro la fine dell’anno.

Per prima cosa è stato rimosso il “tappo oculare” del telescopio. Tecnicamente noto come copertura del sottosistema ottico posteriore, questo pezzo protegge gli strumenti durante le fasi di montaggio e preparazione e impedisce che eventuali contaminazioni li contaminino. Nella foto nella parte superiore di questa pagina, puoi vedere il tecnico Larkin Carey rimuovere il coperchio in modo che il resto dei dispositivi possa essere piegato durante il loro viaggio nello spazio.

In secondo luogo, Webb ha una torre con telescopi alti fino a 10 piedi per mantenere gli specchi e gli strumenti separati dal lato dell’osservatorio rivolto verso il sole. Questo per mantenere i dispositivi freschi in modo che le fluttuazioni del calore del sole non influiscano sulle loro letture. La torre è stata recentemente schierata per l’ultima volta per verificare la sua disponibilità per un eventuale dispiegamento nello spazio.

READ  Selfie viene fornito con fulmine e recupero

Terzo, il telescopio deve piegarsi in una dimensione ridotta per adattarsi all’interno del razzo Ariane 5 che lo lancerà in orbita. Ciò richiede un complesso sistema di parti pieghevoli, soprattutto per oggetti di grandi dimensioni come alette parasole delle dimensioni di un campo da tennis. L’aletta parasole piegata si troverà sopra una staffa chiamata telaio del pallet unificato e, ora che il paraluce è stato rimosso, il pallet è stato ripiegato per essere pronto anche per il lancio.

Questi test sono stati condotti presso lo stabilimento di Northrop Grumman a Redondo Beach, in California. Una volta completati tutti i test finali, il telescopio verrà piegato e conservato per l’ultima volta prima di essere spedito a Kourou, nella Guyana francese, pronto per il lancio nel novembre 2021.

Raccomandazioni della redazione




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *