La Cina dice alla Corte internazionale di giustizia che ai palestinesi “non dovrebbe essere negata” la giustizia Notizie della guerra israeliana a Gaza

La Cina dice alla Corte internazionale di giustizia che ai palestinesi “non dovrebbe essere negata” la giustizia  Notizie della guerra israeliana a Gaza

Rappresentanti di Irlanda, Giappone e Giordania presentano le loro argomentazioni all'udienza della Corte internazionale di giustizia sull'occupazione israeliana dei territori palestinesi.

La Cina ha dichiarato alla Corte internazionale di giustizia che ai palestinesi “non deve essere negata giustizia” in un’udienza sull’occupazione israeliana dei territori palestinesi.

“La giustizia è stata ritardata a lungo, ma non dovrebbe essere negata”, ha detto giovedì il consigliere legale del ministero degli Esteri cinese Ma Xinmin alla corte dell’Aia, nei Paesi Bassi.

Sono passati cinquantasette anni da quando Israele ha iniziato l’occupazione dei territori palestinesi occupati. Ha detto che la natura illegale dell'occupazione e della sovranità sui territori occupati non è cambiata.

Stipe Weissen di Al Jazeera, riferendo dall'Aia, ha affermato che la Cina ha utilizzato il suo tempo presso la Corte internazionale di giustizia per contrastare mercoledì la tesi degli Stati Uniti secondo cui a Israele non dovrebbe essere ordinato di ritirarsi incondizionatamente dai territori occupati senza garanzie di sicurezza.

Gli Stati Uniti hanno affermato che le Nazioni Unite e la Corte internazionale di giustizia dovrebbero tenersi lontane da qualsiasi questione bilaterale tra Israele e Palestina. Secondo la Cina, le Nazioni Unite avrebbero sicuramente parlato di autodeterminazione per il popolo palestinese”.

Ha aggiunto: “Il rappresentante cinese ha detto che Israele è un paese straniero che occupa la Palestina, e quindi il diritto all'autodifesa spetta più ai palestinesi che agli israeliani”.

Giovedì anche i rappresentanti della Repubblica d'Irlanda, del Giappone e della Giordania hanno presentato le loro argomentazioni davanti alla Corte internazionale di giustizia.

L’Irlanda ha affermato di aver concluso che “Israele ha commesso gravi violazioni di una serie di norme imperative del diritto internazionale pubblico”.

READ  Si prevede che la tempesta tropicale Lee diventerà un uragano “estremamente pericoloso”.

Il rappresentante irlandese ha aggiunto che Israele ha violato anche le norme fondamentali del diritto umanitario internazionale.

Anche il consulente legale del Ministero degli Esteri giapponese, Tomohiro Mikanagi, ha dichiarato alla Corte internazionale di giustizia che il suo Paese ritiene che “una soluzione a due Stati, in cui Israele e un futuro Stato palestinese indipendente vivano fianco a fianco in pace e dignità, rimane l’unica via percorribile per entrambi i popoli. ” .

Per Jordan, Michael Wood ha affermato che “l’unico modo per… [Palestinian] Il diritto all’autodeterminazione deve essere esercitato [Israeli] L’occupazione è giunta al termine”.

Hamda Salhout di Al Jazeera, riferendo dalla Gerusalemme est occupata, ha detto che la Giordania occupa una “posizione chiave” nell'udienza della Corte internazionale di giustizia perché è uno dei critici più importanti dell'occupazione ed è anche la custode del complesso della moschea di Al-Aqsa a Gerusalemme.

Ha detto: “Sebbene non fossero solo critici nei confronti dell'occupazione, erano critici anche nei confronti della guerra di Israele a Gaza, quindi il loro ruolo all'interno della regione è molto importante per aiutare i palestinesi in qualsiasi tipo di dialogo”.

Una donna tiene in mano un cartello con la scritta “Israele = Fuorilegge” e “Io sono ebreo” e un uomo tiene in mano una bandiera palestinese all'Aia, Paesi Bassi, mercoledì 21 febbraio 2024. [Peter Dejong/AP]

La Corte Internazionale di Giustizia ascolta le opinioni di circa 50 paesi sull’occupazione e fa parte di una campagna palestinese per persuadere le istituzioni legali internazionali ad esaminare la politica israeliana.

Lunedì i rappresentanti palestinesi hanno chiesto ai giudici di dichiarare illegale l’occupazione israeliana delle loro terre e hanno affermato che la loro opinione potrebbe aiutare a raggiungere una soluzione a due Stati.

Nella Cisgiordania occupata, le tensioni tra coloni illegali e palestinesi sono aumentate drammaticamente a causa della guerra israeliana a Gaza.

Il 7 ottobre, un attacco di Hamas ha ucciso 1.139 israeliani, secondo il conteggio dei dati israeliani di Al Jazeera. In risposta, l'attacco mortale di Israele a Gaza ha ucciso circa 29.000 palestinesi.

READ  Il governo argentino afferma che gli organizzatori della protesta dovranno coprire i costi della sicurezza

Israele, che non partecipa alle sessioni, ha affermato in commenti scritti che la partecipazione della Corte potrebbe danneggiare una soluzione negoziata.

Si prevede che i giudici impiegheranno circa sei mesi per emettere il loro parere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *