Kvyat afferma che la Ferrari ha bisogno di una rivoluzione tecnica

Kvyat afferma che la Ferrari ha bisogno di una rivoluzione tecnica

Charles Leclerc, Gran Premio d’Australia 2023

© Ferrari

È necessaria una “rivoluzione tecnica” affinché la Ferrari vinca nuovamente il campionato del mondo, secondo l’ex pilota di Formula 1 Kvyat.

Il russo è stato un collaudatore della Ferrari per un po’ dopo che la sua carriera in Red Bull è svanita, e dice che si è persino avvicinato a correre a tempo pieno per il marchio di Maranello.

Prima di passare dalla Red Bull alla squadra secondaria del team di bevande energetiche, Kvyat – che ora ha 28 anni – afferma che la Ferrari gli ha offerto un contratto per le corse che avrebbe rifiutato.

“Stavo andando molto bene e ho ottenuto un altro podio in Cina”, ha detto Kvyat a La Gazzetta dello Sport.

“A quel tempo ho ricevuto anche un’offerta dalla Ferrari per sostituire Kimi – questo stava accadendo dietro le quinte”, ha detto. “Mentalmente è stato molto difficile quando all’improvviso sono dovuto tornare in Toro Rosso”.

Successivamente è stato abbandonato del tutto dalla famiglia di F1 della Red Bull, ma la sua avventura agonistica sta ora riprendendo a crescere poiché dal prossimo anno sarà un pilota Lamborghini funzionante per il WEC.

Tuttavia, deve farlo con una licenza di corsa italiana, piuttosto che con una licenza russa.

“In questo modo non smetto di sperare per il meglio, che torneranno presto tempi tranquilli”, ha detto a proposito del conflitto in Ucraina e dei suoi effetti sugli atleti russi.

“Ho sempre detto che lo sport dovrebbe unire. Questa è la mia opinione. Ma sono cresciuto in Italia, quindi abbiamo deciso che avrei corso con una licenza italiana e sotto la bandiera italiana.

READ  Panini di manzo italiano ad Austin per la seconda stagione di "Bear" su FX

“Ecco come sarà tutto per me ora”, ha aggiunto Kvyat.

Come italiano onorario, gli è stato chiesto di commentare la recente “crisi” della Ferrari in F1, sperando di risolvere la sfida per il titolo tra il predominio della Red Bull.

“Pensavo che sarebbe stato diverso per loro, data la buona macchina che avevano nel 2002”, ha detto Kvyat.

Ha aggiunto: “Guardando la situazione attuale, direi che sarà difficile per loro recuperare a breve termine. La Ferrari ha bisogno di una rivoluzione tecnica”.

“Il team ha un nuovo capo, ma forse avrebbero dovuto assumere ingegneri di altri team. Avrebbero dovuto fare esattamente quello che ha fatto la Red Bull con la Mercedes o l’Aston Martin con la Red Bull”.

In effetti, l’Aston Martin ha finora superato la Ferrari nel 2023, sterzando dall’abitacolo guidato dall’ex pilota della Ferrari Fernando Alonso.

“Fernando dimostra che a un certo livello l’età non è un fattore”, ha detto Kvyat.

“Penso che sia troppo presto per parlare del suo terzo titolo, perché mentre la macchina è competitiva, non è ancora sufficiente per vincere.

“Inoltre, da un punto di vista politico, con il motore Mercedes, diciamo solo che è difficile vincere per il team clienti”.

Infine, Kvyat si aspetta che Max Verstappen raggiunga il titolo del 2023.

“Sergio Perez ha una possibilità, ma è scarsa”, ha detto. Tutti nel team lavorano sicuramente per Verstappen.

“Per quanto riguarda il Campionato Costruttori, non ho dubbi che andrà alla Red Bull”.

(GM)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *