Keith Earls spera di fare di nuovo un viaggio contro l’Italia

Keith Earls e Dennis Hickey condividono un record cumulativo di otto tentativi da parte di giocatori irlandesi nelle partite internazionali contro l’Italia, e l’esterno del Munster spera di migliorare il suo conteggio se verrà selezionato per la partita di sabato allo Stadio Olimpico.

Earls ha segnato due gol nel match di Coppa del Mondo 2011 a Dunedin, uno nel 2012 e un altro nel 2015, poi negli ultimi anni ha dimostrato di essere un accanito nemico degli italiani, strappando due gol nella partita del Sei Nazioni allo Stadio Olimpico (2017 ) e incrociarne uno nei tornei 2018 e 2019.

Il conteggio di Hickey comprendeva quattro gol in una partita pre-campionato per la Coppa del Mondo a Tomond Park, mentre i suoi ultimi due tentativi sono stati segnati per il suo paese allo stadio Flaminio nella partita del Sei Nazioni 2007. I giocatori irlandesi hanno anche segnato una tripletta contro gli italiani, per caso, nella stessa partita, in una partita di campionato, il Sei Nazioni 2017 allo Stadio Olimpico.

L’ottava testa di serie CJ Stander si è goduta un eccellente pomeriggio sotto il sole romano, mentre il risultato dell’Ulster Wing Craig Gilroy è stato agrodolce per certi versi. Ha segnato i suoi tre tentativi dopo essere entrato come sostituto, ma quel giorno, finora, erano le sue ultime 10 partite per il verde.

Uno sguardo positivo da parte di Trulla

Nonostante la sconfitta contro Francia e Inghilterra nelle prime due partite, il 20enne terzino italiano Jacopo Trulla ha mantenuto un atteggiamento positivo in vista della partita di sabato contro l’Irlanda.

“Abbiamo iniziato concentrandoci su noi stessi con l’obiettivo di aumentare la nostra fiducia in campo. Nell’ultima partita abbiamo avuto un atteggiamento propositivo e in diversi momenti della partita abbiamo dimostrato chi siamo veramente.

READ  Nel corso della sua carriera, la leggenda italiana Daniel De Rossi ha elogiato "l'eroe definitivo" Roy Kane

Sappiamo che questo non è abbastanza. Come gruppo è cresciuto molto. C’è una grande armonia tra di noi. Abbiamo tutte le credenziali e le qualità per cambiare la direzione degli ultimi risultati. Vogliamo essere una squadra vincente e per farlo dobbiamo continuare a lavorare sodo “.

L’italiano Leonardo Geraldini ha celebrato la sua vittoria sulla Francia nel 2013 con Giovampattista Vendetti. Foto: Dan Sheridan / Info

Religiosi che urlano fino al 2013

Il capitano e prostituta italiano da poco in pensione Leonardo Giraldini non ha avuto dubbi sulla sua campagna preferita con la maglia della Nazionale, come ricorda in un’intervista a Paul Edison. “I sei paesi che ricordo di più sono il 2013, quando abbiamo vinto la prima partita contro la Francia. L’atmosfera in quella partita era incredibile perché quando cantavamo l’inno nazionale, tutti gli ex giocatori italiani erano vicini a noi.

“Quei sei paesi sono stati davvero buoni per noi. Eravamo vicini alla vittoria in Inghilterra; farlo a Twickenham contro l’Inghilterra è stato fantastico. Dopo di che, abbiamo battuto l’Irlanda nell’ultima partita del Six Nations Championship”.

In questo giorno: 23 febbraio 1929

L’Irlanda e la Scozia hanno dovuto raddoppiare il ruolo di arbitri durante una partita di cinque nazioni tra Irlanda e Scozia a Dublino. Con 40.000 riempitivi su Lansdowne Road per guardare la partita, i giocatori dovevano unirsi a Garda Síochána per costringere gli spettatori fuori dal campo, un esercizio ripetuto più volte durante la partita.

La squadra irlandese era entrata in partita dopo aver sconfitto Francia e Inghilterra, ma ha perso tre tentativi nel finale di 16-7. Il famoso attaccante irlandese Jack “Jokser” Arrigo (16 presenze) è stato l’esterno che due anni fa ha stabilito il record di reti quando ha giocato cinque volte in tre partite nelle Cinque Nazioni. Quell’anno ha perso la partita con la Scozia a causa di un infortunio.

Arigho era un membro della squadra di Lansdowne che vinse cinque Leinster Seniors Cup (1927-1931) e tre Bateman Cup di fila, guidando il club e scrivendo anche una colonna vivace e divertente sul Sunday Press.

In numeri: 4

Nelle 31 partite di prova tra Irlanda e Italia, gli italiani hanno vinto in quattro occasioni ma solo una nel Campionato Sei Nazioni, una vittoria per 22-15 a Roma (2013).

Parola positiva

Per poter competere a questo livello, dobbiamo essere duri per tutta la partita.

Franco Smith, Ct dell’Italia, sottolinea un tratto che sarà necessario se la sua squadra spera di rovesciare l’Irlanda a Roma sabato pomeriggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *