In una grotta separata dal mondo per 5,5 milioni di anni, una specie di millepiedi velenoso domina tutto

Nel 1986, il governo rumeno si preparava a realizzare la costruzione di una centrale nucleare nella città di Mangalia, vicino al Mar Nero e al confine bulgaro. Tuttavia, durante un’indagine geologica, hanno scoperto una misteriosa grotta che esisteva isolata dal mondo esterno per 5,5 milioni di anni. Questa grotta si chiama Movile.

Situato a 20 metri dal suolo, pochissime persone osano esplorare Movile Cave. Esplorare questa grotta oscura è rischioso, poiché l’esploratore deve attraversare una serie di tunnel calcarei molto stretti, prima di raggiungere la grotta principale. L’atmosfera nella grotta è anche densa di gas tossici come idrogeno solforato, metano, ammoniaca e anidride carbonica, mentre la concentrazione di ossigeno nella grotta è molto bassa (circa il 7%, rispetto al 21% sopra la superficie).

In particolare, nonostante le condizioni di vita estremamente dure, ci sono ancora circa 50 specie di organismi, inclusi ragni, scorpioni e artropodi, insieme a lumache e lombrichi. E sanguisughe.

Recentemente, gli scienziati hanno aggiunto una nuova specie alla loro lista di creature viventi di Movile Cave: un millepiedi appena scoperto chiamato Cryptops speleorex – o “re della caverna”. Hanno una parte marrone dorata del corpo, con 13-17 gambe distribuite su tutta la lunghezza del corpo.

In una grotta separata dal mondo per 5,5 milioni di anni, specie di millepiedi velenose hanno dominato il tutto - Immagine 2.

C. speleorex ora è a capo della catena alimentare nelle grotte di Movile

Questa specie di “millepiedi” è lunga circa 52 mm ed è anche il più grande degli artropodi predatori di Movile Cave, rendendoli i “governatori” della catena alimentare. I ricercatori notano che C. speleorex si nutre di insetti primitivi, aracnidi, coleotteri e artropodi (crostacei simili a gamberetti).

Questo è un millepiedi simile a C. anomalans a centipede, trovato in tutto il mondo, ed è molto simile a C. anomalans in Romania e Serbia. Tuttavia, alcuni tratti di C. speleore, come una barba più lunga e gambe più dentate, suggeriscono che possiede specialità sensoriali uniche per aiutarlo a sopravvivere nella grotta. Non c’è luce.

READ  Gli scienziati guardano indietro nel tempo per scoprire la nascita delle prime stelle

Le scoperte dei ricercatori “rivelano che un millepiedi mobile differisce morfologicamente e geneticamente” da altre specie di millepiedi. “Si è evoluto nel corso di milioni di anni e si è trasformato in una sorta di millepiedi. Un nuovo marchio che si adatta meglio agli ambienti con scarsa illuminazione”.

Dai un’occhiata a Live Science

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *