Il rover Curiosity della NASA potrebbe aver risolto il mistero del metano su Marte

La sonda Curiosity della NASA ha catturato questo selfie nel 2020.

NASA / JPL-Caltech / MSSS

metano; Sulla Terra, è roba da vento di vacca e rutti. Su Marte, è un puzzle. Gli scienziati erano confusi riguardo alle letture del metano da Marte, e La NASA potrebbe essere un passo avanti per capire cosa sta succedendo Con gas sul pianeta rosso. Si scopre che l’ora del giorno ha un enorme impatto sulle scoperte di metano.

Il metano è particolarmente interessante perché può essere un sottoprodotto degli organismi viventi, compresi i microbi. I ricercatori stanno cercando di scoprire se Marte un tempo ospitava la vita microbica o se è probabile che i microbi vi abitino ora. Ma non esagerare. Il metano può anche avere un’origine geologica.

La cosa strana del metano sul Pianeta Rosso è che la navicella spaziale Curiosity della NASA ha rilevato gas vicino alla superficie nel cratere Gale, ma la navicella spaziale ExoMars Trace Gas Orbiter dell’Agenzia spaziale europea non vede metano nell’atmosfera superiore. che succede?

Lo spettrometro laser sintonizzabile di Curiosity fa parte dell’analisi dei campioni nel sistema di Marte, che è essenzialmente un laboratorio di chimica portatile. TLS di solito rileva una piccola quantità di metano La NASA descrive “L’equivalente di un pizzico di sale diluito in una piscina olimpionica.” Nel 2019, TLS ha rilevato in modo significativo un numero elevato di file Aumento dei livelli di metano.

L’orbiter ExoMars, che è arrivato su Marte nel 2016, non stava vedendo ciò che vede Curiosity. “Ma quando il team europeo ha annunciato di non aver visto il metano, sono rimasto decisamente scioccato”. Il capo di TLS Chris Webster ha dichiarato in una dichiarazione della NASA NASA Martedì.

La discrepanza può essere dovuta alle ore del giorno in cui operano l’orbiter e il rover. Il TLS assetato di potere di Rover opera di notte, quindi non entra in conflitto con altri gadget. La sonda lo monitora durante il giorno quando ha la luce del sole per aiutarlo. Ciò che può accadere è che il metano si raccolga vicino alla superficie durante le notti tranquille e si disperda durante il giorno, rendendolo invisibile alla navicella spaziale.

Il team di Curiosity ha testato questa idea effettuando misurazioni del metano durante il giorno e il gas è effettivamente scomparso durante il giorno. Ricercatori Le loro scoperte sono state pubblicate oggi sul Journal of Astronomy and Astrophysics (collegamento PDF).

Mentre un mistero sul gas metano può avere una spiegazione, rimane un altro mistero sul gas. La NASA sta ancora cercando di risolvere il “mistero globale del metano di Marte”. Il metano emesso dai crateri di Marte deve rimanere abbastanza stabile – e accumularsi abbastanza nell’atmosfera – per essere rilevato dal gas tracker orbitante.

Gli scienziati stanno ora studiando cosa può distruggere il metano. “Dobbiamo determinare se esiste un meccanismo di distruzione più veloce del normale per riconciliare completamente i set di dati dal rover e dal veicolo spaziale”, ha detto Webster. Fino ad allora, il metano marziano rimarrà un mistero.

Seguire CNET Calendario spaziale 2021 Per stare al passo con le ultime novità spaziali di quest’anno. Puoi persino aggiungerlo al tuo Google Calendar.

READ  Trump ha chiesto di testimoniare sotto giuramento al suo prossimo processo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *