Il rapporto di The Healthware Group sulla cura della depressione in Italia evidenzia la necessità di terapie digitali

Il rapporto di The Healthware Group sulla cura della depressione in Italia evidenzia la necessità di terapie digitali

The Healthware Group ha pubblicato un rapporto contenente cinque proposte di esperti e un potenziale processo di regolamentazione clinica per l’integrazione delle terapie digitali (DTx) nei percorsi di cura della depressione nel Servizio Sanitario Nazionale italiano.

I disturbi mentali sono la quinta causa di DALY in Italia, con costi diretti e indiretti che superano il 3% del PIL. La depressione è il disturbo di salute mentale più comune, con più di tre milioni di persone che manifestano sintomi.

Nonostante gli impatti sanitari, sociali ed economici della depressione, l’Healthware Group riferisce che “molti bisogni insoddisfatti” rimangono nei percorsi di cura e i servizi dedicati rimangono sottofinanziati all’interno del Servizio Sanitario Nazionale (SSN).

Solo l’8% dei pazienti che accedono ai servizi generali di salute mentale usufruisce di psicoterapia e si stima che il SSN possa soddisfare solo il 20% del fabbisogno di tali cure per ansia e depressione.

Futuro rapporto sulla salute

Redatto dal comitato multistakeholder, Terapie digitali per potenziare i percorsi di cura della depressione nel Servizio Sanitario Nazionale: le proposte degli esperti per l’Italiaevidenzia la necessità di consentire l’integrazione sistemica di DTx per migliorare i percorsi terapeutici per la depressione all’interno del SSN.

Gli esperti hanno inoltre analizzato il caso studio di DTx già accessibile e rimborsabile in altri paesi europei per il trattamento della depressione unipolare o dei disturbi depressivi, per individuare un potenziale processo regolatorio clinico idoneo all’integrazione di DTx in Italia.

Alberta Sprivico, Global Head of Digital Health and Innovation, Healthware Group, ha dichiarato: “È sempre stato riconosciuto che le innovazioni della salute digitale possono aiutare la rete di sicurezza sociale a rispondere alle crescenti esigenze di salute della popolazione, consentendo nuove possibilità di trattamento e modelli di cura incentrati sulla persona .

READ  Anteprima su TikTok del Sei Nazioni femminile: Inghilterra-Italia

“Alla luce delle evidenze a supporto e dei potenziali benefici e compensazioni che si stanno riconoscendo per DTx in un numero crescente di Paesi, diventa importante per l’Italia anche definire criteri di valutazione, modalità di accesso e processi normativi per consentire la loro adeguata, equa e tempestiva integrazione all’interno il contesto del SSN”.

Fabrizio Starace, Direttore della Salute Mentale dell’Ausl di Modena, ha aggiunto: “Le terapie digitali sono uno strumento importante per migliorare l’accesso alle cure specialistiche, ridurre i tempi di attesa e superare la riluttanza a ricorrere ai servizi di salute mentale, soprattutto tra le popolazioni più giovani. indica Da utilizzare nel trattamento della depressione e dei disturbi d’ansia da inserire nell’offerta di servizi sanitari generali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *