Il premier italiano firma un nuovo decreto anti-virus

Persone che indossano maschere facciali visitano il Foro Romano riaperto a Roma, Italia, 1 febbraio 2021 (Foto: Xinhua)

Martedì il premier italiano Mario Draghi ha firmato un decreto con nuove misure per contenere il Coronavirus.

Il governo ha dichiarato in una nota che il decreto, che entrerà in vigore dal 6 marzo al 6 aprile, proroga al 27 marzo il divieto di viaggio tra le 20 regioni italiane.

Tra le novità c’è che dal 27 marzo i musei riapriranno nei fine settimana, mentre cinema e teatri potrebbero riaprire il 25 per cento in aree classificate a basso rischio.

Con il nuovo decreto, le scuole, i parrucchieri, i parrucchieri e i saloni di bellezza dovranno essere chiusi nelle aree classificate a rischio di contagio.

Palestre, piscine e impianti sciistici rimarranno chiusi ovunque per tutta la durata del decreto.

Il decreto conferisce inoltre ai governatori distrettuali il potere di chiudere le scuole “nelle aree in cui ci sono più di 250 feriti ogni 100.000 residenti entro un periodo di sette giorni”.

Al 1 ° marzo, l’Italia aveva otto regioni a basso rischio, 11 regioni a medio rischio, due regioni ad alto rischio e una regione “bianca”, la Sardegna, dove il virus si sta diffondendo molto lentamente e le restrizioni sono molto allentate.

Tuttavia, anche nelle aree bianche, è essenziale indossare una maschera nei luoghi pubblici e gli eventi e i luoghi come mostre, conferenze, partite di calcio e discoteche rimangono chiusi, ha detto il governo.

READ  "C'era una volta il bagno in mare"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *