Il Messico ha segnalato il virus dell’influenza aviaria H5N1 nelle anatre selvatiche e gli allevamenti commerciali non sono stati colpiti

Il Messico ha segnalato il virus dell’influenza aviaria H5N1 nelle anatre selvatiche e gli allevamenti commerciali non sono stati colpiti

Questa illustrazione, del 14 gennaio 2023, mostra provette etichettate “influenza aviaria” e uova. REUTERS/Dado Rovik/Illustrazione/file Ottenere i diritti di licenza

CITTÀ DEL MESSICO (Reuters) – Le autorità messicane per la sicurezza degli animali hanno confermato mercoledì il primo caso di infezione da influenza aviaria (H5N1) tra gli uccelli selvatici, dopo aver dichiarato all’inizio della giornata che gli allevamenti di pollame del paese erano esenti dal virus.

Un caso di virus dell’influenza aviaria H5N1 è stato riscontrato in anatre migratrici “sane” nello stato di Jalisco, ha dichiarato in una nota l’agenzia per la sicurezza degli animali Senaseca, parte del Ministero dell’Agricoltura.

In precedenza, il governo aveva annunciato nella sua Gazzetta Ufficiale che il Paese è libero dal virus H5N1, quasi un anno dopo aver iniziato una campagna di vaccinazione degli uccelli nelle aree a rischio per prevenirne la diffusione.

Sinaseka ha sottolineato che il caso confermato di H5N1 non indica un focolaio né contraddice questa dichiarazione, ma significa invece che gli allevatori di pollame devono essere in allerta per impedire l’ingresso di uccelli selvatici infetti.

Secondo il giornale, la designazione esente da H5N1 rende più semplice la vendita di pollame vivo, nonché di prodotti e sottoprodotti di pollame originari del Messico.

Lo scorso ottobre, il Ministero dell’Agricoltura ha annunciato di aver rilevato il virus in un allevamento commerciale contenente 60.000 uccelli nello stato di Nuevo Leon, pochi giorni dopo che l’Organizzazione mondiale per la salute animale aveva notificato il primo caso di infezione con il ceppo pericoloso.

Per garantire che il Messico rimanga libero dalla malattia, continuerà la sorveglianza epidemiologica, la tracciabilità, il controllo dei movimenti e altre rigorose misure di sicurezza, ha affermato il governo nel documento.

READ  Le uova dell'Iowa perdono 5 milioni di uccelli negli allevamenti di tacchini a causa dell'influenza aviaria

L’influenza aviaria altamente contagiosa, comunemente chiamata influenza aviaria, ha portato all’abbattimento di milioni di uccelli negli Stati Uniti e in Europa.

A maggio, il Brasile ha dichiarato un’emergenza sanitaria di 180 giorni per gli animali dopo la scoperta di diversi casi, e l’Ecuador ha confermato la presenza del virus in alcuni uccelli nelle Isole Galapagos a settembre.

Reportage di Raul Cortes Fernandez e Brendan O’Boyle; A cura di Drazen Jorgić e Bill Berkrot

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Ottenere i diritti di licenzaapre una nuova scheda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *