Il Kazakistan schiaccia l’Italia e riscrive la storia

OSLO – Nella sesta partita del Campionato del Mondo di hockey su ghiaccio, la nazionale kazaka ha battuto la nazionale italiana per 11-3 schiacciante. Questo risultato è stata la più grande vittoria nel torneo in corso. Siamo lieti di notare che questa vittoria è stata vinta dalla squadra kazaka.

Secondo l’IIHF, con vittorie ai rigori su Lettonia e Finlandia e battendo la Germania, le cose sono andate molto bene per il Kazakistan mentre il paese dell’Asia centrale guarda al suo primo posto nei quarti di finale del Campionato mondiale di hockey su ghiaccio IIHF. Credito immagine: IIHF.

Il Kazakistan ha avuto una partita di forza all’inizio quando Stefano Gilliati è decollato a 2:03 e sono bastati nove secondi per approfittarne. Dal basso, Curtis Falk ha trovato Roman Starchenko nella porta sul retro e il punteggio è stato 1-0 nel primo tiro in porta della partita.

Ma questo tipo di insulto non era un’indicazione di ciò che sarebbe accaduto nel primo periodo, poiché gli italiani smisero di accorrere quasi fino a fermarsi. L’Italia è stata solo 6-5 tiri dopo 20 minuti.

Venerdì la nazionale kazaka, dopo una dura battaglia con il Canada, ha dato la possibilità agli spareggi di perdere Maple Leaves 2-4. Credito immagine: IIHF.

L’Italia pareggia al 24:37 quando Petan trova Angelo Messili con un rovescio, l’attaccante dell’HC Bolzano, sfruttando la sua lunga abilità per battere Nikita Boyarkin sul primo podio, non sbaglia.

“Pensavo ci fossimo entrati”, ha detto Miceli, “anche i colpi non sono stati così male nelle altre partite”. “Abbiamo giocato due buoni periodi e siamo rimasti delusi nel terzo tempo. È un hockey di alto livello e non puoi fare un turno e fare una pausa. Abbiamo avuto un problema con i calci di rigore e questo ci è costato”.

Erano in parità dopo il punto di metà partita, ma i kazaki sono tornati in cima e si sono risparmiati un po ‘di respiro, con due gol di differenza di 2:28. Dopo una pressione costante nella regione italiana, Alekhan Asetov ha trovato Igor Petukhov spalancato in testa, superando facilmente il tentacolare Justin Fazio.

“I giocatori italiani non mi coprivano bene ed era molto libero in rete”, ha spiegato Petukhov. “Alekhan è passato e ha segnato il gol. Quel gol non ha messo fine alla partita. Avevamo ancora molto tempo, quindi ho tenuto dentro i miei sentimenti ma ero molto felice”.

Poi da posizione angolata, Yevgeny Rimarov è riuscito a prendere l’angolo in alto vicino alla spalla sinistra di Fazio per portare il punteggio sul 3-1.

“Non avevo intenzione di tirare da lì, ma il portiere è caduto a terra e questo ha creato un po ‘di spazio al piano di sopra, quindi l’ho preso e l’ho colpito”, ha sorriso Remarov.

“Sapevamo di essere più forti e di avere giocatori più abili, ma ci hanno difeso molto bene”, ha detto l’allenatore kazako Yuri Mikhail. “Ma una volta che abbiamo segnato il secondo e il terzo gol, le cose hanno iniziato a migliorare. Dopo di che, gli uomini si sono rilassati e hanno iniziato a fare passaggi migliori e buone formazioni”.

Con un ritiro di due gol, gli italiani avevano un vantaggio di 5 contro 3 contro l’1: 25 alla fine del secondo tempo e avevano un disperato bisogno di un gol per tornare in partita. Si sono avvicinati, ma non sono riusciti a trovare la parte posteriore della rete.

Le due squadre si sono scambiate gol nel secondo minuto del terzo tempo. Nel gioco del potere, Starchenko ha trovato Nikita Mikhailis a segnare il suo terzo gol in due partite per ottenere il 4-1 in Kazakistan, ma dopo 22 secondi Peter Hochkofer ha supportato Boyarkin per fargli fare due gol: di nuovo una partita da rete.

Il Kazakistan, invece, ha aperto la partita con 3 gol nel periodo di 3:34, diventando 7-2. Falk inizialmente aveva un altro gol nel gioco del potere, poi due gol di Lykhotnikov, mostrando la sua velocità e le sue mani gentili con due gol superbi.

“Siamo caduti fisicamente, sembrava stanco ed eravamo in ritardo”, ha detto l’allenatore italiano Giorgio de Bettin. “Dopo questi tre gol nel terzo tempo, abbiamo perso mentalmente. Dobbiamo analizzare cosa è successo ma il motivo principale è che alla fine eravamo fisicamente stanchi e non siamo riusciti a tenere il passo”.

A quel punto Fazio si è ritirato senza pietà a favore di David Fadani, dando al giovane metà lavoro. Ma neanche i kazaki gli hanno mostrato pietà. Dopo che Petan ha segnato il terzo gol dell’Italia, Kirill Panjukov, Starchenko, Viktor Svedberg e Igor Chalapov sono stati conquistati da due giocatori. Nella terza partita, quattro degli otto gol del Kazakistan sono arrivati ​​nel gioco del potere.

Di conseguenza, 11-3.

“Non stiamo tifando. Potrebbe essere stato dopo la prima partita o dopo la partita contro la Finlandia. Ma vedi che la squadra si adatta a ogni partita e viene premiata. Continueremo a uscire e dare tutte le nostre energie per la partita per raggiungere il risultato “, ha detto l’allenatore kazako Yuri Mikhaelis dopo la partita.

“L’umore della squadra è molto buono al momento”, ha detto Rimarev. “Siamo contenti di ogni vittoria, ma le nostre emozioni sono controllate perché il nostro lavoro non è finito. Ci avvicineremo alla prossima partita come facciamo con gli altri, giocheremo il nostro gioco e proveremo a vincere”.

Falk ha dichiarato: “Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile, soprattutto all’inizio e dopo la partita di ieri”. “Abbiamo trovato una buona partenza, abbiamo trovato le nostre gambe e l’abbiamo tirata via. È bello essere premiati e vedere alcuni giocatori segnare gol. I ragazzi si divertono molto. Siamo venuti qui con la posizione che siamo un po ‘. perdenti e partecipiamo a ogni partita per vincere “.

Oltre a vincere con un grande punteggio, con un punteggio di 5 punti (2 + 3), Starchenko ha anche stabilito un record individuale per il torneo in corso per il numero di punti realizzati in una singola partita. Dopo questa partita, il capitano della nazionale kazaka è stato tra i primi tre marcatori con 7 (3 + 4) punti, insieme al danese Niklas Jensen e allo slovacco Peter Sehalarik.

“Con le vittorie ai calci di rigore su Lettonia e Finlandia e la vittoria sulla Germania, le cose sono andate molto bene per il Kazakistan mentre il paese dell’Asia centrale guarda al suo primo posto nei quarti di finale dei Campionati del mondo”, ha scritto l’International Ice Hockey Federation sito web. .

La vittoria sull’Italia ha permesso al Kazakistan di diventare leader del Gruppo B, ma solo per poche ore. L’ultima partita di lunedì sarà contro la Norvegia, che ha perso l’opportunità di partecipare alle qualificazioni.

Tuttavia, la squadra del Kazakistan ha ora stabilito un record. La squadra ha segnato più punti in questo torneo che durante tutto il tempo che ha partecipato ai tornei d’élite mondiali dall’Indipendenza.

Riteniamo che anche questo registro verrà aggiornato molto presto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *