Il creatore di iPhone AutoCorrect spiega perché a volte puoi “diventare imbarazzato”. [VIDEO]

Il giornale di Wall StreetJoanna Stern di Apple ha recentemente incontrato Ken Kosenda, un ex ingegnere Apple che ha progettato la tastiera per l’iPhone 2G e creato la correzione automatica, così come i dipendenti Apple passati e attuali per scoprire perché a volte la correzione automatica. voli su.

Siamo stati tutti imbarazzati per la correzione automatica una volta o l’altra, al punto che le divertenti correzioni automatiche sono state un meme negli ultimi dieci anni. Anche 15 anni dopo il rilascio del primo iPhoneLa correzione automatica a volte può essere incostante.

“Più gli chiedi di farlo, più è probabile che si verifichino errori e comportamenti inaspettati”, ha detto Kosenda. E Apple ha accumulato più lavoro sulla correzione automatica da quando Kocienda ha lasciato l’azienda nel 2017.

Kocienda ha detto nel 2018 Il compito più difficile nella correzione automatica è dedurre ciò che intendevi dire da ciò che hai scritto.

Durante la digitazione, il software di correzione automatica di Apple analizza esattamente dove si posano le dita sulla tastiera, quali altre parole si trovano in una frase e i dizionari di sistema (dizionario statico e dizionario dinamico) per capire cosa si desidera digitare.

Il dizionario statico è integrato in iOS e funge da glossario delle parole del dizionario e dei nomi propri comuni, inclusi i nomi dei prodotti e delle squadre sportive. Il dizionario statico era di 70.000 parole quando l’iPhone ha debuttato e da allora è cresciuto.

D’altra parte, un dizionario dinamico è costituito da parole che non sono nel dizionario statico ma che usi spesso. iOS cerca anche contatti, e-mail, messaggi, app installate e visita le pagine di Safari per trovare parole da aggiungere al dizionario dinamico. Secondo Kocienda e altri, la parola che usi verrà aggiunta al dizionario dinamico la terza volta che la digiti.

READ  Sei pronto per iniziare a riparare da solo il tuo smartphone? | Tecnologia / Gadget

“Il dizionario statico e il dizionario dinamico saranno in una piccola battaglia tra loro”, ha detto Kosenda. Ha aggiunto che la correzione automatica è progettata per rompere il pareggio, ma non sempre sceglie ciò che l’utente potrebbe avere. Questo è il modo in cui si ottengono scambi di parole confusi e fastidiosi.

Se la correzione automatica è particolarmente fastidiosa con una parola che usi molto, puoi aggiungere manualmente la parola al tuo dizionario dinamico andando su Impostazioni > pubblico > tastiera > sostituire il testo Scrivi la parola nei campi Frase e Abbreviazione.

Per quanto riguarda parolacce e altre parolacce, Kosenda ha affermato di essere stato effettivamente incaricato di creare un elenco di parolacce e aggiungerle al dizionario statico quando stava lavorando sull’iPhone originale. Quindi l’ex ingegnere Apple ha stabilito una regola speciale per l’elenco: “Non aiutare mai nessuno a scrivere queste parole”.

La correzione automatica è anche l’abitudine di commettere alcuni errori grammaticali molto confusi, in particolare l’inserimento di apostrofi dove non dovrebbero essercene. Ad esempio, “suo” viene spesso corretto in “è” e “bene” diventa “noi”.

Gli errori di sintassi potrebbero essere solo un prodotto degli algoritmi di apprendimento automatico di Apple, progettati per valutare e imparare da ciò che le persone hanno digitato su Internet. In alternativa, alcuni potrebbero essere il risultato del punto in cui le dita si posano sulla tastiera.

“Ho disattivato la correzione automatica per un giorno e ho vissuto a malapena per raccontare la storia”, ha scritto Stern. Il giornalista ha concluso che l’app iOS per la correzione automatica non era necessariamente peggiore di prima, ma è semplicemente diventata più aggressiva. Inoltre, gli utenti non possono vedere molte delle correzioni che fa la correzione automatica: solo bug.

READ  Non ingombrare la schermata iniziale del tuo iPhone per un altro minuto. Ecco un modo rapido per controllarlo

La tastiera iOS di terze parti di Google, Gboard, è una buona alternativa alla tastiera per iPhone di serie di Apple.

L’ex ingegnere Apple Ken Kosenda è anche l’autore del libro scelta creativaQuale Approfondisce l’era di Steve Jobs in Apple e come il gigante della tecnologia ha creato prodotti come l’iPhone, l’iPad e il browser Web Safari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.